Unical, 50 studenti del corso di Pedagogia dell’Antimafia a Scampia per studiare l’antimafia sociale di R-Esistenza Anticamorra · Calabria Page CalabriaPage

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Unical, 50 studenti del corso di Pedagogia dell’Antimafia a Scampia per studiare l’antimafia sociale di R-Esistenza Anticamorra

Sono 50 gli studenti dell’Università della Calabria che si recheranno a Scampia, presso l’Officina delle Culture Gelsomina Verde, dal 29 novembre al 1° dicembre per studiare l’antimafia sociale di R-Esistenza Anticamorra, l’associazione fondata da Ciro Corona più di 10 anni fa per contrastare dal basso la cultura mafiosa nel popoloso quartiere sito all’estrema periferia nord di Napoli. Gli universitari di Arcavacata, iscritti al corso di Pedagogia dell’Antimafia dell’Unical – progetto scientifico-didattico giunto al suo 9° anno di attività -, si confronteranno con le locali realtà associative e sociali, alla ricerca di modelli empirici di pedagogia della cittadinanza e dell’inclusione. Particolare attenzione sarà dedicata allo studio della riconversione dei beni confiscati alle mafie e alla riqualificazione dei beni comuni.

“L’Officina Gelsomina Verde, dichiara Giancarlo Costabile del Laboratorio di Antimafia, rappresenta un modello nel processo di riappropriazione degli spazi sociali nei quartieri e nelle periferie disgregate del nostro Paese. Ciro Corona è riuscito a realizzare senza soldi pubblici e appartenenze lobbistiche un presidio concreto di resistenza alle mafie e alla cultura della violenza. Un presidio scomodo, quello di R-Esistenza Anticamorra perché rovescia, continua Costabile, la tradizionale iconografia dell’antimafia parolaia e salottiera, più incline a drenare risorse pubbliche che a lavorare sul campo per costruire percorsi di nuova consapevolezza civile e dignità sociale”. L’iniziativa di fine novembre rappresenta per il progetto di Pedagogia dell’Antimafia, nato ad Arcavacata il 23 maggio 2011, il 26° laboratorio realizzato al di fuori delle aule dell’ateneo. Giova ricordare che tutte queste proposte educative in materia di antimafia si svolgono senza utilizzare il denaro pubblico per ragioni ideologiche (la parola che libera non può essere quella pagata).

Il percorso annuale del Laboratorio universitario di Antimafia, infine, si chiuderà il 23 maggio 2020 con la formalizzazione ancora una volta a Scampia, sempre presso l’Officina Gelsomina Verde, della Rete delle scuole impegnate nella sperimentazione di Barbiana 2040, esperienza pedagogica e didattica ispirata alla metodologia coscientizzatrice di don Lorenzo Milani.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità

Privacy Preference Center

Necessary

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Queste informazioni potrebbero riguardare te, le tue preferenze o il tuo dispositivo e sono principalmente utilizzate per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito Web. Poiché rispettiamo il tuo diritto alla privacy, puoi scegliere di non consentire alcuni tipi di cookie. Fai clic sulle diverse intestazioni delle categorie per saperne di più e modifica le nostre impostazioni predefinite. Tuttavia, il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza di navigazione e sui servizi che siamo in grado di offrirti.

Advertising

Analytics

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Other