Occhiuto: “Amo costruire, non distruggere”. Il sindaco “fa pace” con la Santelli · Calabria Page CalabriaPage

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Occhiuto: “Amo costruire, non distruggere”. Il sindaco “fa pace” con la Santelli

COSENZA – “Ho già spiegato che per carattere io amo costruire, non distruggere; che il mio sogno era quello di fare il presidente -come in tanti mi avevano chiesto- per cambiare la Calabria, e che non avrei mai avuto alcun interesse rispetto a una mia personale affermazione politica priva di un obiettivo concreto di governo della Regione.”

Mario Occhiuto affida a Facebook il suo pensiero circa la sua intenzione di sostenere Jole Santelli alle prossime regionali del 26 gennaio.

“Credo sia comprensibile a tutti, quindi, – scrive Occhiuto – come il mio stato d’animo -dopo l’esclusione- sia stato di grande delusione, dopo aver passato anni di preparazione sul programma e di incontri in giro per la Calabria. Addirittura il 13 aprile dello scorso anno ci fu una grande manifestazione a Lamezia a cui parteciparono ben cinquemila calabresi.

Ma la delusione e l’amarezza non devono trasformarsi per forza in odio o in rancore, come a qualcuno piacerebbe.

Non è il mio carattere.

Io nella vita voglio continuare a seguire ideali di bellezza, di amicizia, di rapporti costruttivi e positivi. Non sempre ci riesco, ma sempre mi sforzo in questo senso.

Chi vive i rapporti umani sa che a renderli tali sono i sentimenti e quando succedono delle cose come quelle tra me e Jole, così come succede un po’ in tutte le famiglie o nei casi in cui i legami sono più stretti, si possono creare degli equivoci. Ma poi si elaborano i sentimenti, il senso di amarezza e di delusione si attenua, e ci si chiarisce.

Jole mi ha sinceramente sostenuto per anni e poi -quando ha compreso che sulla mia candidatura c’era un veto invalicabile posto da altri partiti- solo alla fine ha accettato l’investitura per se stessa. Poteva dirmelo prima -è vero- ma evidentemente in quel momento sarebbe stato per lei imbarazzante.

Io ho scelto di continuare a stare nella squadra, pur non da protagonista principale, per “costruire” -com’è nel mio carattere- e per contribuire nel mio piccolo e con altre modalità a migliorare la nostra Calabria.

Per questo motivo oggi sono accanto a lei, con convinzione e con l’affetto di sempre.

Non ho chiesto niente in cambio, né ho intenzione di assumere incarichi di governo regionali. Non c’è stato calcolo e non c’è nessuna convenienza personale, altrimenti ci saremmo messi d’accordo da subito. Sono già sindaco e ho l’interesse ad ottenere vantaggi migliorativi per la città che amo e che amministro, e come cittadino calabrese aspiro al cambiamento della regione.

Questo è tutto.”

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità

Privacy Preference Center

Necessary

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Queste informazioni potrebbero riguardare te, le tue preferenze o il tuo dispositivo e sono principalmente utilizzate per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito Web. Poiché rispettiamo il tuo diritto alla privacy, puoi scegliere di non consentire alcuni tipi di cookie. Fai clic sulle diverse intestazioni delle categorie per saperne di più e modifica le nostre impostazioni predefinite. Tuttavia, il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza di navigazione e sui servizi che siamo in grado di offrirti.

Advertising

Analytics

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Other