Concerto di Jovanotti, D’Ippolito (M5S) evidenzia i rischi ambientali: “17 tappe, problemi aperti a Roccella Ionica” · Calabria Page CalabriaPage

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Concerto di Jovanotti, D’Ippolito (M5S) evidenzia i rischi ambientali: “17 tappe, problemi aperti a Roccella Ionica”

«Chiederò subito gli atti al Comune, sia il Piano spiaggia vigente che le specifiche misure di tutela delle specie protette e dell’habitat naturale».

Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Giuseppe d’Ippolito, della commissione Ambiente, a proposito della data a Roccella Ionica del “Jova Beach Party”, il tour in 17 tappe italiane di Jovanotti, che arriverà nella cittadina balneare del Reggino il prossimo 10 agosto. Secondo il parlamentare del Movimento 5 Stelle, «occorre verificare l’impatto che l’evento può avere sull’ambiente costiero,già molto compromesso e oggetto di una fortissima pressione antropica».«Assieme, bisogna conoscere – continua il deputato – in che modo il Comune di Roccella Ionica voglia e riesca a preservare le dune, la flora e la fauna dell’area interessata, che il concerto di Jovanotti, peraltro dal costo di oltre 50 euro a persona, mette a repentaglio. In particolare, a parte le diverse questioni amministrative del caso, che rinviano al rispetto obbligatorio di precise norme di tutela ambientale e delle specie, va ribadito che il sito di Roccella Ionicaè senz’altro di elevato valore, per la presenza, oltretutto, della tartaruga caretta caretta, della pianta giglio di mare e del volatile corriere piccolo».

«Mi auguro– conclude D’Ippolito – che questo spettacolo musicale, per cui sarà occupata un’area di lido di circa 90mila metri quadrati, non sia giustificato con i soliti discorsi sul turismo a ogni costo, che in Calabria può avere un futuro soltanto se ne sapremo custodire e valorizzare le bellezze che possiede».

Commenta

pubblicità