Cosenza, per la prima volta al Rendano i Momix con lo spettacolo “Alice” · Calabria Page CalabriaPage

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Cosenza, per la prima volta al Rendano i Momix con lo spettacolo “Alice”

COSENZA – E’ in corso al Teatro Rendano di Cosenza già da questa mattina il grandioso allestimento per gli spettacoli dei Momix, la celeberrima compagnia internazionale di ballerini-acrobati-illusionisti di Washington che si esibirà domani sera e sabato per la prima volta al Teatro Rendano di Cosenza con lo straordinario spettacolo “Alice”, nuova creazione del geniale coreografo statunitense Moses Pendleton. Per quello che è un autentico evento mondiale  destinato a rimanere nella storia del Teatro cosentino, probabilmente l’evento più prestigioso di sempre, l’attesa è enorme in tutto il Sud, trattandosi dell’unica tappa meridionale del tour organizzata  da Ruggero Pegna.

Per questo evento assolutamente imperdibile la prevendita dei biglietti è in corso in tutti i punti Ticketone (Cosenza: Inprimafila, via G. Marconi), online al sito www.ticketone.it e la sera degli spettacoli dalle ore 18.00 presso la biglietteria dei Teatri. L’inizio è fissato alle ore 21.

Per Moses Pendleton, creatore di mondi simili a sogni, popolati spesso da creature strane e stravaganti, è stato quasi naturale ispirarsi ad Alice nel Paese delle Meraviglie, la bambina curiosa in un universo assurdo, una delle favole più famose di tutti i tempi con il suo mondo pieno di fantasia e divertimento. La sua celeberrima compagnia, formata da alcuni dei più incredibili ballerini-acrobati del mondo, porterà il pubblico in un’autentica fiaba.

Come in ogni produzione Momix, il pubblico sarà coinvolto in un viaggio magico e misterioso, da rimanerne stupefatti per sempre! Come Alice cade nella tana del coniglio e sperimenta infinite trasformazioni, così farà anche il pubblico di questo straordinario evento che, come ogni spettacolo dei Momix, rimarrà per tutti indimenticabile.

Oltre alle annuali apparizioni al Joyce Theatre di New York, la compagnia porterà il nuovo spettacolo in tutto il mondo, dal Canada all’Australia, dal Brasile all’Europa, a tutto l’ Oriente. Per il pubblico calabrese e meridionale è davvero un evento eccezionale ed imperdibile.

“Non intendo raccontare l’intera storia di Alice”, dice Moses Pendleton, “ma usarla come punto di partenza per dare libero sfogo all’invenzione. La storia di Alice è piena di immagini e di logica assurda, è quindi comprensibile il perché penso che Alice sia una scelta naturale per Momix e un’opportunità per noi di scoprire fin dove arriva la nostra fantasia. Con questo spettacolo voglio raggiungere sentieri ancora inesplorati nella fusione di danza, luci, musica, costumi e proiezioni. Vedo Alice – dice il grande coreografo – come un invito a inventare, a fantasticare, a sovvertire la nostra percezione del mondo, ad aprirsi all’impossibile. Il palcoscenico è il mio narghilè, il mio fungo, la mia tana del coniglio.”.

L’evento fa parte di “Fatti di Musica 2019”, festival del Miglior Live d’Autore di Ruggero Pegna che nelle sue 33 edizioni ha presentato in esclusiva in Calabria alcune delle più celebri stelle del mondo, riconosciuto dall’ Assessorato Regionale alla Cultura e al Turismo quale “Grande Festival Internazionale Storicizzato” per la “Valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’offerta culturale in Calabria”. L’evento ha anche il Patrocinio del Comune di Cosenza.

Tutte le informazioni sullo spettacolo dei Momix e su tutti gli altri del Festival sono disponibili allo 0968441888, ai siti www.ruggeropegna.it,  www.ticketone.it  e in tutte le pagine social collegate.

Dopo i Momix, Fatti di Musica tornerà al Teatro Rendano di Cosenza con il live di Vinicio Capossela il 5 dicembre e We Will Rock You, il musical dei Queen, il prossimo 12 febbraio.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità