L’assessore Corigliano alla presentazione di “Radicamenti 2019” · Calabria Page CalabriaPage

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

L’assessore Corigliano alla presentazione di “Radicamenti 2019”

L’assessore regionale alla cultura Maria Francesca Corigliano ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione del programma di “Radicamenti – festa della seta – 2019”, il festival della tradizione e cultura popolare organizzato dall’amministrazione comunale di Mendicino.
Sono intervenuti all’incontro con la stampa, che si è svolto oggi nella sala oro della Cittadella a Catanzaro, il sindaco di Mendicino Antonio Palermo, il quale ha ringraziato la Regione per aver ospitato l’iniziativa in Cittadella e per aver inserito il festival tra gli enti storicizzati consentendo una programmazione triennale; la consigliera comunale delegata alla cultura Margherita Ricci che ha parlato dello spirito del festival; il direttore artistico Checco Pallone che ha illustrato il programma. Presente anche l’assessore regionale all’urbanistica  Franco Rossi.
“Il festival – ha esordito l’assessore Corigliano – è vincitore del bando regionale 2017-19, un bando triennale di cui oggi si è presenta l’ultima annualità, superando una selezione piuttosto dura. Questo è il segno dell’alta qualità della proposta progettuale. Sono contenta che il sindaco abbia evidenziato l’importanza della triennalità, una precisa volontà del presidente della Regione Mario Oliverio basata sulla convinzione che nella programmazione è fondamentale avere certezza dei fondi  e anche tranquillità sui tempi.  Mi congratulo con il direttore artistico anche per la contaminazione positiva sui diversi linguaggi, per la scelta di aver voluto puntare l’attenzione sulla nuova letteratura in Calabria che sta conoscendo un periodo di grande successo anche all’estero. Sull’attenzione agli autori calabresi si sta connotando anche l’attività culturale dell’Amministrazione che considera questa narrazione della Calabria fondamentale anche per contrastare la rappresentazione stereotipata sui mass media. Molto bene – ha sottolineato ancora l’assessore alla cultura,  complimentandosi per l’iniziativa anche con la consigliera Ricci –  l’attenzione del Festival alla letteratura nata in Calabria che si accompagna alla musica. In tal senso considero, tra l’altro, molto interessante  aver previsto il passaggio di testimone tra Oltello Profazio e  Francesca Prestia. Trovo rilevante inoltre aver sottolineato il fatto che l’identità si rinnova. Come Regione, nell’ambito della programmazione delle attività culturali siamo impegnanti nella valorizzazione delle identità consapevoli che questa determina il rinnovarsi: un ancoramento all’antico per alcuni aspetti con uno sguardo verso il futuro. Considero poi molto interessante aver considerato nella programmazione del festival  bene culturale anche l’assetto naturalistico e ambientale con le iniziative previste su Monte Cocuzzo. Va in questo senso il progetto sulla valorizzazione dei Borghi, fortemente voluta dal presidente Oliverio e dall’assessore Rossi,  che ci riporta al fatto che la Calabria è terra interessate sia per i piccoli agglomerati urbani ma anche come forte attrattore naturalistico. Complimenti a tutti per l’iniziativa e per quello che raffigura non solo per Medicino ma per la Calabri tutta”.  Al termine l’assessore Rossi ha chiesto al sindaco Palermo il gagliardetto della città da portare in Cina dove nei prossimi giorni sullo sviluppo sostenibile dei Borghi incontrerà Shi Yulong, direttore generale del China center for urban development.

Il festival si svolgerà dal 14 luglio all’1 settembre nel centro storico di Mendicino e a Monte Cocuzzo.

Commenta

pubblicità