A Rende ricordato il drammaturgo Vincenzo Ziccarelli | Calabria PageCalabria Page

Calabria Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

pubblicità AdSense

A Rende ricordato il drammaturgo Vincenzo Ziccarelli

zicarelli RENDE (CS) -Vincenzo Ziccarelli, scomparso un anno fa, è stato una figura di primo piano della cultura calabrese. Drammaturgo fine ed arguto che superò i confini territoriali, ma anche sensibile conoscitore dell’animo umano; alla passione per la drammaturgia coniugò quella di politico onesto e laborioso.La Commissione Cultura del Comune di Cosenza, prima della sua scomparsa,  nel gennaio 2013, aveva rivolto al maestro Ziccarelli un momento che, al di là della semplice premiazione, aveva inteso essere soprattutto un pubblico tributo di riconoscenza a una personalità non compresa sempre fino in fondo. Ieri invece l’omaggio sentito del Comune di Rende ad uno tra i più importanti drammaturghi calabresi ad un anno dalla sua scomparsa. Il momento commemorativo si è svolto presso il Museo del Presente. Hanno preso parte oltre alle istituzioni anche diversi attori che nel corso degli anni hanno interpretato le sue opere: Marco Silani, Stefania De Cola, Laura Marchianò, Giovanni Turco, Adriana Toman per citarne alcuni.

“Vincenzo Ziccarelli era capace di non scrivere per mesi, ma poi in una settimana riusciva a tirar fuori un capolavoro. Bene, abbiamo organizzato questo evento in soli cinque giorni ed è stata una serata fantastica. Il merito è solo suo e Rende non poteva non ricordare questo grande uomo” ha sottolineato nel suo ricordo il sindaco di Rende, Marcello Manna; per questo motivo è partita la proposta, l’idea,  illustrata dal presidente della Fondazione Carical, Mario Bozzo di “produrre una opera teatrale inedita del maestro Ziccarelli e portarla in scena”.

Non poteva mancare un ringraziamento del figlio Domenico per l’omaggio tributato dalla cittadina rendese all’autore scomparso, mettendo in luce tra le altre cose che il papà ha svolto anche intensa attività politica la cui caratteristica è stata sempre “quella di essere al di sopra delle parti”.

Drammaturgo, scrittore,  regista, uomo di teatro, Ziccarelli può, a giusta ragione, essere considerato una delle espressioni più alte della drammaturgia del nostro tempo appartenenti alla Calabria: infatti, è stato uno dei pochi che ha potuto vantare un intero numero monografico dedicatogli qualche anno fa dalla rivista “Sipario”, diretta da Mario Mattia Giorgetti, una sorta di “bibbia” del teatro italiano e nella quale si trova racchiusa e sintetizzata la sua produzione teatrale. Nella rivista sono annoverati  i testi più importanti delle opere di Vincenzo Ziccarelli tra cui ricordiamo: “Cristina ‘a spedesa”, “Un caso di morte apparente”, “Francesco e il re” e “La casa di pietra”, “Signori la mafia!”

Luisa Loredana Vercillo

 

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

Pubblicità AdSense

pubblicità

pubblicità Viralize