Uccide cane e lo getta in burrone, arrestato 55enne nel reggino. Avrebbe usato fucile artigianale | Calabria PageCalabria Page

Calabria Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

pubblicità AdSense

Uccide cane e lo getta in burrone, arrestato 55enne nel reggino. Avrebbe usato fucile artigianale

MARINA DI GIOIOSA JONICA (REGGIO CALABRIA) – Uccide un cane a fucilate e lo getta da un burrone. Antonio Totino, disoccupato di 55 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Marina di Gioiosa Jonica con l’accusa di uccisione di animale, detenzione e porto di arma da fuoco, in esecuzione di un provvedimento emesso dal gip del Tribunale di Locri su richiesta della Procura.
I militari hanno avviato le indagini a seguito della denuncia di un’imprenditrice di Marina di Gioiosa Jonica che aveva denunciato l’uccisione del suo cagnolino, un meticcio di spinone di taglia media, la cui carcassa era stata trovata al fondo di un burrone con evidenti segni di violenza. L’animale, in particolare, era legato con una corda alla zampa e aveva segni di trascinamento e ferite di arma da fuoco. L’uomo avrebbe sparato al cagnolino e agonizzante lo avrebbe gettato nel burrone. Vicino all’abitazione di Totino i militari hanno trovato un fucile artigianale nascosto nella vegetazione sul quale saranno svolti accertamenti.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

Pubblicità AdSense

pubblicità

pubblicità Viralize