Lamezia, Gdf sequestra 905 mascherine messe in vendita a prezzi maggiorati, donati a "Pugliese" e "Giovanni Paolo II" | Calabria PageCalabria Page

Calabria Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

pubblicità AdSense

Lamezia, Gdf sequestra 905 mascherine messe in vendita a prezzi maggiorati, donati a “Pugliese” e “Giovanni Paolo II”

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Consegnare le 905 mascherine sequestrate nei giorni scorsi dalla Guardia di finanza a esercizi commerciali che le avevano messe in vendita con ricarichi pari al 2142% all’Azienda ospedaliera di Catanzaro e al presidio di Lamezia Terme.

Lo ha disposto la Procura di Lamezia Terme che ha ottenuto dal gip il sequestro preventivo e l’autorizzazione alla vendita coattiva immediata dei dispositivi di protezione individuale. E’ stata così consentita la vendita a valore di mercato di 654 mascherine a favore dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro e le restanti 246 del presidio ospedaliero unico di Lamezia Terme.
Il decreto è stato emesso dal procuratore della Repubblica di Lamezia Terme, Salvatore M. Curcio, e dal sostituto procuratore Emanuela Costa.
Continuano i controlli dei finanzieri in farmacie, parafarmacie ed altri esercizi commerciali dove vengono commercializzati articoli di protezione individuali (mascherine, guanti, gel igienizzante), per contrastare possibili speculazioni.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

Pubblicità AdSense

pubblicità

pubblicità Viralize