Isola Capo Rizzuto, sequestrati beni per 825mila euro ad imprenditore indagato per reati tributari | Calabria PageCalabria Page

Calabria Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

pubblicità AdSense

Isola Capo Rizzuto, sequestrati beni per 825mila euro ad imprenditore indagato per reati tributari

gdfISOLA CAPO RIZZUTO (KR) – Il Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Crotone ha sequestrato beni immobili e altre attività per 825.000 Euro nei confronti di un imprenditore di Isola di Capo Rizzuto, indagato per il reato di omessa dichiarazione.

In esecuzione del provvedimento disposto dal Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Crotone, Dottor Michele Ciociola, su richiesta del Pubblico Ministero Dottor Alessandro Riello, le Fiamme Gialle pitagoriche hanno sequestrato tre immobili siti in Isola Capo Rizzuto e disponibilità bancarie per un valore complessivo pari all’ammontare del profitto della condotta evasiva posta in essere dall’amministratore di fatto di una società di capitali operante nel settore dell’autotrasporto, attualmente in stato di fallimento.

L’azienda era stata oggetto di una indagine di polizia giudiziaria che aveva portato alla luce responsabilità penali per bancarotta fraudolenta documentale, nonché la distrazione di attivo patrimoniale in danno dei creditori.

All’esito delle indagini, i finanzieri avevano provveduto alla contestazione delle violazioni fiscali che hanno determinato l’adozione del provvedimento di sequestro.

Quest’ultima attività di servizio testimonia il costante sforzo operativo della Guardia di Finanza proteso alla tutela delle entrate erariali ed a garanzia del rispetto dei principi costituzionali che prevedono che tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

Pubblicità AdSense

pubblicità

pubblicità Viralize