Studio veterinario abusivo, i Nas sequestrano 300 animali | Calabria PageCalabria Page

Calabria Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

pubblicità AdSense

Studio veterinario abusivo, i Nas sequestrano 300 animali

(ASCA) – REGGIO CALABRIA – C’era persino un farmaco utilizzato per l’eutanasia nello studio veterinario abusivo, allestito nella rivendita di mangimi e di animali da compagnia che e’ stata sequestrata dai carabinieri del Nas di Reggio Calabria, in collaborazione con i colleghi di Gioia Tauro. Nel corso dell’ispezione – riferisce una nota – i militari del Nucleo hanno infatti accertato le gravissime carenze igienico – sanitarie della struttura (sporco pregresso, escrementi di animali, residui di mangimi, tracce ematiche, siringhe usate) dove erano detenuti, per la vendita, circa 300 animali d’affezione.

Alcuni apartenevano a specie protetta (pappagalli esotici, tartarughe, iguane, draghi barbuti, ricci africani, criceti russi e scoiattoli volanti): per questi sono in corso accertamenti in materia di salvaguardia di animali delle specie protette da parte del Corpo forestale dello Stato (Servizio Cites) e dell’A.s.p. di Reggio Calabria.

In particolare, i carabinieri del Nas hanno scoperto che un locale adiacente all’esercizio commerciale, era stato abusivamente adibito a sala operatoria, con all’interno numerosa attrezzatura chirurgica (tavolo operatorio, lampada scialitica, sterilizzatrice, fili per sutura, svariati dispositivi medici e decine di medicinali ad uso veterinario, tra le quali anche un farmaco, utilizzato per l’eutanasia). Il titolare della rivendita, che esercitava abusivamente la professione di medico-veterinario, e’ stato deferito alla Procura di Palmi. Il Gip, su richiesta della suddetta procura ha emesso decreto di sequestro preventivo dell’esercizio commerciale. com-stt/mau

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

Pubblicità AdSense

pubblicità

pubblicità Viralize