Oggi posa della prima pietra del Megalotto 3 della Strada statale Jonica in Calabria | Calabria PageCalabria Page

Calabria Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

pubblicità AdSense

Oggi posa della prima pietra del Megalotto 3 della Strada statale Jonica in Calabria

A Francavilla Marittima, in provincia di Cosenza, è stata posata oggi la prima pietra del Megalotto 3 della Strada Statale Jonica, che permetterà la creazione di 1.500 nuovi posti di lavoro tra diretti e indiretti.
L’opera, del valore di circa 980 milioni, commissionata da Anas nell’ambito di un investimento complessivo di circa 1,3 miliardi, sarà realizzata dal Gruppo Webuild, in corso di consolidamento nell’ambito di Progetto Italia, l’operazione industriale promossa da Salini Impregilo per il rafforzamento e il rilancio del settore delle infrastrutture nel Paese.

Il Megalotto 3 della Strada Statale Jonica prevede la realizzazione in nuova sede della tratta della SS-106, che dall’innesto con la SS-534 (Km 365+150), nell’area di Sibari, arriva a Roseto Capo Spulico (Km 400+000). La durata dei lavori prevista è di circa sette anni.

“Gli investimenti per il futuro del nostro Paese ripartono oggi e da qui, dal Sud Italia. E questo è il momento dei fatti, per creare lavoro e crescita grazie alle grandi infrastrutture che trasformano il volto dell’Italia e la portano nel futuro – ha dichiarato l’Ad di Webuild, Pietro Salini, in occasione della cerimonia della posa della prima pietra – Il tema oggi non è tanto programmare nuove infrastrutture, con il rischio di attendere anni prima di poter posare la prima pietra, ma pianificarle e realizzarle in tempi rapidi, semplificando i processi e garantendo liquidità alle imprese. Tante opere sono già pronte sulla carta e le risorse economiche ci sono per farle partire subito, dagli ospedali, alla manutenzione delle strade, dalle nuove metropolitane alle nuove ferrovie. Quello che ci attende dopo l’emergenza Covid-19 è una rivoluzione anche di pensiero, oltre che economica, che va affrontata tutti insieme”.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

Pubblicità AdSense

pubblicità

pubblicità Viralize