Cosenza, sindaco vieta utilizzo di biciclette o altri mezzi simili sull'isola pedonale | Calabria PageCalabria Page

Calabria Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

pubblicità AdSense

Cosenza, sindaco vieta utilizzo di biciclette o altri mezzi simili sull’isola pedonale

COSENZA – Il Sindaco Mario Occhiuto ha emanato un’ordinanza con la quale viene istituito da oggi sull’isola pedonale, sede del MAB, il divieto di utilizzare biciclette o altri mezzi simili, tranne nel caso si tratti di minori degli anni 12 ed accompagnati da almeno un congiunto di maggiore età, o nel caso di trasporto “a braccia”. Per chi vìola il provvedimento è prevista una sanzione da 25,00 a 500,00 euro con l’ulteriore misura del sequestro, in caso di reiterazione della violazione.

L’ordinanza del Sindaco Occhiuto è finalizzata a prevenire le situazioni che comportano pericolo per la incolumità delle persone su Corso Mazzini. “I ciclisti – sottolinea il Sindaco Occhiuto – dovranno prestare attenzione all’utente più debole, in questo caso il pedone”. Il provvedimento scaturisce dalla necessità di contemperare i principi di mobilità sostenibile, che ispirano l’attività dell’Amministrazione Comunale, con quelli di sicurezza urbana e di tutela della incolumità delle persone, anche alla luce di numerose segnalazioni di pericolo pervenute all’Amministrazione comunale derivanti dall’utilizzo di biciclette o altri mezzi simili, sull’isola pedonale. Nel provvedimento del Sindaco viene affidato alla Polizia Municipale il compito di approntare l’apposita segnaletica, nei pressi degli accessi all’isola pedonale, al fine di mettere a conoscenza la cittadinanza e tutti coloro che si recano su Corso Mazzini sulla vigenza dell’ordinanza.
Il provvedimento del Sindaco raccomanda, inoltre, di svolgere specifiche e continuative attività di controllo, su tutto il territorio comunale, relativamente al funzionamento ed alla omologazione delle biciclette elettriche circolanti sulle strade della città, e, in caso di non omologazione, di procedere al sequestro, fermo restando il favore con il quale l’Amministrazione Comunale guarda all’utilizzo del mezzo elettrico.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

Pubblicità AdSense

pubblicità

pubblicità Viralize