Il Comune di Cosenza dona mille mascherine al reparto di rianimazione dell'Ospedale dell'Annunziata | Calabria PageCalabria Page

Calabria Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

pubblicità AdSense

Il Comune di Cosenza dona mille mascherine al reparto di rianimazione dell’Ospedale dell’Annunziata

COSENZA – L’Amministrazione comunale ha donato mille mascherine chirurgiche al reparto di rianimazione dell’Ospedale dell’Annunziata di Cosenza in segno di solidarietà e fattiva collaborazione, in aiuto di quanti, medici, infermieri ed altro personale sanitario, sono impegnati in prima linea, all’interno del nosocomio cosentino, per fronteggiare l’emergenza coronavirus. La consegna dei mille dispositivi di protezione individuale è avvenuta questa mattina nella sede del settore welfare del Comune di Cosenza, alla presenza dell’Assessore al welfare e politiche sociali del Comune di Cosenza Alessandra De Rosa, del dirigente del settore Gianpiero Scaramuzzo e delle assistenti sociali in servizio.
A ritirare le mascherine è stato un referente dell’Unità operativa complessa Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale dell’Annunziata, che ha ringraziato l’Amministrazione comunale a nome dell’intero reparto.
“In un momento così delicato e nel quale ancora scarseggiano i dispositivi di protezione individuale di cui dovrebbero essere dotati tutti gli operatori sanitari, dai medici ai paramedici, agli ausiliari che operano all’interno dell’Azienda ospedaliera – ha sottolineato l’Assessore al welfare,Alessandra De Rosa- siamo riusciti a reperire, con la collaborazione del dirigente del settore welfare Gianpiero Scaramuzzo e delle nostre assistenti sociali – una dotazione di mille mascherine che abbiamo subito consegnato al reparto. E’ questo un piccolo gesto di solidarietà con il quale l’Amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Mario Occhiuto, vuol far sentire la propria vicinanza a tutti i medici, agli infermieri e agli operatori socio sanitari che sono in prima linea nella delicata e difficile battaglia contro il coronavirus”.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

Pubblicità AdSense

pubblicità

pubblicità Viralize