Il Rotary Club Catanzaro Tre Colli si è impegnato ad installare tre defibrillatori in tre istituti scolastici | Calabria PageCalabria Page

Calabria Page Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

pubblicità AdSense

Il Rotary Club Catanzaro Tre Colli si è impegnato ad installare tre defibrillatori in tre istituti scolastici

CATANZARO – In occasione del mese della salute e dell’azione professionale il Rotary Club Catanzaro Tre Colli si è impegnato ad installare tre defibrillatori in tre istituti scolastici: uno in un istituto in un comune della provincia di Catanzaro lontano dal primo punto sanitario come il comune di Taverna, e due in due istituti scolastici altamente frequentati dai nostri ragazzi e al centro di altri istituti in modo da poter essere utile a più scuole, il Liceo Scientifico L. Siciliani e l’ISS Petrucci-Maresca-Ferraris.

All’’incontro erano presenti, il Dott. Sebastiano Tarantino –Sindaco del Comune di Taverna- con il Dirigente Scolastico – Prof. Giuseppe Eburnea, la Prof.ssa Elisabetta Zaccone -Dirigente Scolastico IIS Petrucci-Maresca-Ferraris e la Prof.ssa Francesca Bianco -Dirigente Scolastico Liceo Scientifico Luigi Siciliani. Era presente altresì il Presidente del Consiglio Comunale di Catanzaro Marco Polimeni e l’Assistente del Gorvenatore – Rotary Distretto 2100 – Salvatore Perri.

La parte scientifica è stata fornita dalla Dott.ssa Stefania Zampogna – Resp. Pronto Soccorso Pediatrico –Vice Presidente Nazionale SIMEUP e dal Dott. Francesco Conca – Medico Anestesista e Rianimatore –Coordinamento Centrale Operativa 118 Area Centro.

Per – Vincenzo Defilippo – le scuole sono luoghi particolarmente esposti a rischio e questo sia perché presentano un’elevata concentrazione di persone durante la giornata sia perché sono sedi di palestre che vengono utilizzate anche in orario extra-scolastico. Questo fatto amplifica notevolmente sia l’orario di accesso alla struttura scolastica (e quindi all’eventuale uso potenziale del defibrillatore), che il numero dei soggetti coperti da questo servizio.

A scuola si formano le nuove generazioni che devono affrontare un mondo sempre più complesso, nel quale è difficile districarsi tra i tanti messaggi che arrivano soprattutto dai social. Il Rotary può, anzi deve dare un contributo informativo anche ai giovani per aiutarli a distinguere fake news e informazioni interessate che provengono dalle fonti più diverse dalle notizie serie e attendibili.

Il collegamento tra Rotary e scuola è fondamentale in questo senso: il Rotary può aiutare i giovani a crescere, a comprendere e apprezzare l’importanza del bene salute che va custodito e curato.

Scuola e Rotary insieme, quindi, per il bene delle future generazioni: è questo il messaggio che vorremmo dare con questa iniziativa, con l’auspicio che questo legame possa essere rafforzato attraverso ulteriori attività svolte insieme nell’interesse comune a far crescere i giovani del nostro territorio.

La dott. Stefania Zampogna ha sottolineato il ruolo strategico che il Rotary Tre Colli svolge nel sensibilizzare l’opinione pubblica alla prevenzione degli incidenti nella scuola sottolineando la necessita di una formazione corretta. “Il ruolo dei pediatri degli operatori sanitari delle Società scientifiche è soprattutto quello di puntare sulla formazione della popolazione laica, a cui ogni giorno viene affidata la vita dei nostri figli. La casa e la scuola dovrebbero essere i luoghi più sicuri per i nostri bambini, eppure proprio in questi ambienti, si verificano la maggior parte degli infortuni infantili. Una morte infantile ogni quattro è provocata proprio dal soffocamento, anche durante il momento del pasto e del gioco e secondo i dati forniti dall’Istituto Superiore di Sanità, sono circa 3,3 milioni gli incidenti domestici che, ogni anno, mettono in pericolo la salute.

Dobbiamo lavorare non solo sui concetti di prevenzione primaria, cosa fare perché l’evento non si verifichi in maniera ancora più pratica rendere per esempio gli ambienti scolastici sicuri, e non far giocare i bambini , con qualsiasi oggetto che abbia dimensione inferiore al diametro della bocca ma anche sui concetti di prevenzione secondaria, cosa fare quando l’evento si verifica al fine di migliorare la prognosi, promuovere quindi una formazione corretta secondo linee Guida attraverso i Corsi di Basic Life Support and Defibrillation (BLS-D) insegnando così ai genitori, educatori, insegnanti, istruttori sportivi le manovre di rianimazione cardiopolmonare di base e l’utilizzo del Defibrillatore da mettere in atto in caso di arresto cardio-respiratorio.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

Pubblicità AdSense

pubblicità

pubblicità Viralize