Lavoro, approvata la graduatoria dell’avviso “competenze digitali” · Calabria Page CalabriaPage

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Lavoro, approvata la graduatoria dell’avviso “competenze digitali”

Approvata la graduatoria definitiva delle domande di finanziamento pervenute nell’ambito della prima edizione dei percorsi formativi e di servizi per il lavoro previsti dall’avviso pubblico “Misure di politica attiva per lo sviluppo delle competenze digitali”, che prevede una dotazione finanziaria pari a 4 milioni di euro a valere su fondi PAC 2014-2020, è quanto comunica il Dirigente Generale del Dipartimento, Roberto Cosentino.
“L’iniziativa -afferma in una nota l’assessore regionale al Lavoro e Welfare, Angela Robbe- è finalizzata alla valorizzazione e al potenziamento delle competenze digitali dei giovani disoccupati, in coerenza con il Repertorio Regionale delle Qualificazioni e competenze, ai fini del loro inserimento e/o il reinserimento nel mercato del lavoro mediante l’erogazione delle misure di politica attiva del lavoro consistenti in servizi per il lavoro e percorsi formativi e rientra tra le attività volte a sostenere l’inserimento di figure altamente qualificate. Nello specifico, in linea con il Repertorio Regionale delle Qualificazioni e delle Competenze sono state individuate 15 figure professionali del settore informatico che suscitano un maggiore interesse da parte delle imprese, per come emerso da un’analisi delle Web Job Vacancy”.

“I percorsi formativi per lo sviluppo delle competenze digitali -conclude l’assessore Robbe- perseguono gli obiettivi di: aumentare la diffusione delle competenze digitali tra i giovani anche in relazione al rapido mutamento dei processi produttivi e gestionali delle aziende, aumentare il coinvolgimento delle aziende nei percorsi di formazione, ridurre il mismatch tra le competenze richieste dal mercato del lavoro e quelle offerte dai curricula scolastici e universitari, limitando la separazione tra i processi di istruzione e formazione e il sistema delle imprese, rafforzare la qualità e l’efficacia dell’offerta formativa attraverso lo sviluppo di azioni di valutazione delle performance in termini di esiti formativi e occupazione”.

Commenta

pubblicità