Raccontare l’eccellenza, Oliverio: “Il giornalismo deve mettere in luce gli aspetti positivi” · Calabria Page CalabriaPage

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Raccontare l’eccellenza, Oliverio: “Il giornalismo deve mettere in luce gli aspetti positivi”

“Ho accettato di partecipare a questa iniziativa per il tema posto al centro del dibattito proposto dall’Ansa, l’agenzia d’informazione più importante del nostro Paese che svolge un ruolo fondamentale per diffondere i fatti nel mondo”. 

Così il presidente della Regione Mario Oliverio ha introdotto il suo intervento all’evento “Raccontare l’eccellenza – L’informazione Ansa per diffondere il meglio della Calabria in Italia e nel Mondo”, che si è svolto nel Complesso Monumentale del San Giovanni a Catanzaro.

L’iniziativa, organizzata dall’Agenzia nazionale stampa associata per diffondere, comunicare e mettere in connessione il meglio della Calabria in Italia e nel mondo, è stata coordinata dal responsabile dell’Ansa Calabria Ezio De Domenico.

“Oggi – ha proseguito Oliverio – mi voglio spogliare del mio ruolo di presidente della Regione per ragionare su un punto fondamentale per la crescita e lo sviluppo, che si può concretizzare con un contributo positivo che passa attraverso il racconto delle eccellenze della Calabria, di quelle realtà che proiettano un’immagine positiva della nostra regione. E nell’era della globalizzazione e dell’informatizzazione la comunicazione gioca un ruolo indispensabile. La notizia negativa – ha rimarcato con forza il presidente Oliverio – è pervasiva e c’è una marginalizzazione del positivo. C’è quasi l’assalto a raccontare fatti drammatici. Siamo noi, e questo lo dico da cittadino, gli ispiratori della spirale negativa che emerge nei racconti dei mass media”.

Il presidente Oliverio non ha comunque omesso di evidenziare che sono anche tanti problemi che attanagliano la Calabria, a partire dalla criminalità organizzata.

“Certo – ha detto – non sottovalutiamo i fatti negativi ma non evidenziare le positività significa svilire la volontà di chi investe e lavora con serietà e competenza. Io credo che la lotta per la crescita della nostra regione  può essere più efficace se alimentata dal fronte delle positività. Questo agire può essere corretto. E l’iniziativa dell’Ansa ha questa funzione. L’Ansa ha messo al centro lo spaccato delle positività di una realtà che è in movimento in Calabria. E la mia determinazione in tal senso dipende anche dal processo positivo che si è messo in moto con un sistema imprenditoriale sempre più in crescita per idee vincenti ed eccellenze. E tutto risolto? No. Ma c’è  un cambio di trend che deve essere sostenuto anche dal mondo dell’informazione e della comunicazione. È necessario puntare al meglio su ciò che la Calabria esprime: oltre alla bellezza dei luoghi e alla ricchezza della sua storia fatta di arte e di cultura, anche alla valorizzazione delle diverse eccellenze del sistema economico. La Calabria che ce la può fare. E un giornalismo serio si preoccupa di mettere in luce questi aspetti”.

Di questo cambio positivo ne ha dato conto nella sua relazione l’amministratore delegato Ansa Stefano De Alessandri il quale ha anche evidenziato che l’evento di Catanzaro rappresenta la tredicesima tappa che l’Agenzia nazionale stampa associata sta svolgendo nelle regioni italiane per raccontare le positività.

“La Calabria – ha affermato De Alessandri – è la regione che ha avuto la capacità di uscire da situazioni problematiche prolungate nel tempo e di invertire la tendenza economica negativa: nel periodo 2015/2017 ha segnato infatti una crescita nel Mezzogiorno d’Italia  con valori simili alle regioni del NordOvest”.

Questi alcuni dati della ripresa economica forniti dall’Ad dell’Ansa: previsione di crescita di valore aggiunto dello 0,7% annuo e dello 0,8% dell’occupazione; crescita delle esportazioni del 39% nei primi sei mesi del 2018; nuovo record presenze turistiche con un aumento del 3% anni 2017/2018; la Calabria è la seconda regione per numero di pernottamenti con una media di 4.9 di notti per cliente; trend positivo per il turismo straniero: + 5.8%; secondo Expedia la  Calabria è la meta con più elevata crescita  nel primi tre mesi del 2019 rispetto al 2018, per Airbnb invece la Calabria è al 17° posto a livello mondiale tra le mete più desiderate.

De Alessandri ha poi messo in evidenza anche “il  riconosciuto in tutto il mondo dell’eccellenza dei prodotti agroalimentari, testimonianza della strategia vincente – ha specificato – di coniugare l’agroalimentare con la promozione turistica, e di quelle nel campo della ricerca e dell’innovazione che hanno consentito lo sviluppo delle imprese innovative e delle startup dando avvio alla nascita del progetto “Calabria Valley. L’Ansa – ha infine dichiarato l’Ad De Alessandri –  ha tutti gli strumenti per supportare con l’offerta di informazione e servizi di comunicazione  lo sviluppo della Calabria attraverso la conoscenza delle eccellenze locali”.

Del ruolo dell’Ansa ha parlato il direttore Luigi Contu precisando tra l’altro che “è stata la prima Agenzia che già dagli anni ‘70 ha creduto nei territori e nelle regioni con un lavoro che ha consentito di sviluppare una rete che ci fa raccontare la più piccola realtà  d’Italia nel mondo anche con approfondimenti con immagini e video e in tempo reale attraverso la rete e le piattaforme social”.

Al termine sono state ascoltate le esperienze e le testimonianze di imprenditori come Domenico Menniti, presidente Harmont&Blaine,  Sebastiano Caffo, della distilleria F.lli Caffo, Florindo Rubbettino, della Rubbettino Editore, Samuele Furfaro, della Cofounder Macingo.com,  Francesco Tassone, amministratore delegato Personal Factory, Nereo Salerno della Cadis e Klaus Algieri, presidente Camera di Commercio di Cosenza e di Unioncamere Calabria.

In sala a rappresentare una “Calabria che ce la può fare” anche molti rappresentanti del dell’informazione, dell’associazionismo, della cultura, del sociale, della politica.

Commenta

pubblicità