L’agente di origini calabresi ucciso da Battisti, il sindaco di Sant’Andrea Apostolo: “Grazie alle istituzioni” · Calabria Page LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

L’agente di origini calabresi ucciso da Battisti, il sindaco di Sant’Andrea Apostolo: “Grazie alle istituzioni”

SANT’ANDREA APOSTOLO (CATANZARO) – “L’arresto dell’ex terrorista Cesare Battisti, condannato per l’omicidio di quattro persone tra cui il nostro concittadino Andrea Campagna, agente della Digos all’epoca dei fatti, non cancella il dolore dei familiari ma ci ricorda che bisogna sempre avere fiducia nello Stato, che non smette mai di perseguire la giustizia”.

Lo afferma, in una nota, Nicola Ramogida, sindaco di Sant’Andrea Apostolo dello Jonio, comune della provincia di Catanzaro dove era nato l’agente ucciso nel 1979, a Milano, in un agguato rivendicato dai Proletari armati per il comunismo e per l’esecuzione del quale Battisti è stato condannato.

“Un grazie alle istituzioni che hanno consentito l’arresto dell’ex terrorista Cesare Battisti – prosegue Ramogida – e un abbraccio di vicinanza ai familiari di Andrea Campagna e delle altre vittime”.

Commenta

pubblicità