Allerta meteo, nuova ondata di freddo al sud: neve a bassa quota · Calabria Page LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Allerta meteo, nuova ondata di freddo al sud: neve a bassa quota

Il respiro Balcanico che mantiene basse le temperature al Centro/Sud Italia ha determinato picchi eccezionalmente bassi nelle minime di stamattina, che sono piombate fino ai -8,0°C di L’Aquila nel cuore dell’Appennino, ma anche a -0,7°C di Brindisi sulla costa pugliese. Molto freddo su tutto il Salento con i -2,2°C di Nardò, i -1,7°C di San Pancrazio Salentino e i -1,2°C di Taurisano.

Gelo anche in Calabria con -7,3°C a Serra San Bruno, -5,2°C a Morano Calabro, -3,6°C a Cosenza, -2,3°C a Rosarno, -0,3°C a Borgia e -0,2°C a Lamezia Terme. Molte di queste località (è il caso di Rosarno, Lamezia Terme e Borgia in Calabria ma anche tutte le località salentine sopra menzionate) si trovano in pianura o addirittura sulla costa, dove temperature così basse sono rarissime.

Nelle prossime ore una nuova ondata di freddo e maltempo colpirà l’Italia, concentrandosi in modo particolare al Sud: ancora una volta al Nord e nelle Regioni centrali tirreniche continuerà a splendere il sole, con temperature invernali soltanto nelle ore notturne (quando si verificheranno diffuse ed estese gelate), mentre di giorno con la complicità del forte soleggiamento, la colonnina di mercurio schizzerà con estrema facilità verso l’alto.

Al Centro/Sud, invece, avremo maltempo e copiose nevicate fino a bassa quota tra domani, Mercoledì 9 Gennaio, dopodomani, Giovedì 10 Gennaio, e infine anche Venerdì 11. Stavolta non arriverà un freddo polare intenso come il gelo della scorsa settimana, ma avremo abbondanti precipitazioni che porteranno tanta neve fino a quote collinari sull’Appennino.

Più a Sud avremo le precipitazioni più abbondanti, soprattutto in Calabria dove domani, Mercoledì 9 Gennaio, la neve cadrà soltanto in montagna tra Sila e Pollino, oltre i 1.000 metri di quota, ma Giovedì 10 scenderà fino ai 400–500 metri e sarà abbondante, soprattutto in Sila, arrivando fino alle porte di Cosenza e Catanzaro. Le aree più penalizzate dall’ombra pluviometrica durante l’ondata gelida della scorsa settimana, stavolta saranno le più favorite dalle abbondanti precipitazioni. La neve cadrà copiosa anche nella Campania meridionale, nella Basilicata (stavolta settore tirrenico) e nelle zone interne della Sicilia tra Madonie, Nebrodi ed Etna a partire dai 500 metri di quota. (Meteoweb)

Commenta

pubblicità