Sanità in Calabria, Luigi Di Maio domenica 26 a Lamezia · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Sanità in Calabria, Luigi Di Maio domenica 26 a Lamezia

Print Friendly, PDF & Email

imageLAMEZIA TERME (CATANZARO) – Domenica 26 giugno Luigi Di Maio sarà a Lamezia Terme, per concludere l’iniziativa M5s “Sanità: in Calabria i cittadini decidono”, una chiamata pubblica alla firma del disegno di legge regionale sul riassetto della sanità calabrese che, su impulso della deputata Dalila Nesci, esperti, portavoce e simpatizzanti del Movimento hanno costruito in mesi di confronto dal basso.

Dal palco nel centralissimo corso Numistrano di Lamezia Terme, una pattuglia di eletti 5 stelle dirà, con più testimonianze sull’impegno degli attivisti, «che il Movimento è pronto a governare pure la Calabria, avendo dimostrato con la denuncia e la proposta sul territorio – è riferito in una nota – di conoscere in profondità le cause del degrado e dell’emigrazione costanti, nonché di agire con il coraggio dei fatti, nella legalità e all’opposto del Pd, autoreferenziale, vecchio e di ostacolo per i giovani».

Oltre ai consiglieri comunali 5 stelle della Calabria, interverranno la stessa Nesci, la portavoce M5s alla Camera Laura Castelli, la consigliera Valeria Ciarambino della Regione Campania, la parlamentare Ue Laura Ferrara, il senatore Nicola Morra e i deputati Federica Dieni, Giulia Grillo, Paolo Parentela e Carlo Sibilia.

I medici Tullio Laino e Gianluigi Scaffidi illustreranno il contenuto e i vantaggi del disegno di legge regionale 5 stelle, già esposti via Internet e in diverse piazze calabresi. Per la presentazione della proposta di legge in Consiglio regionale occorreranno 5 mila firme. L’obiettivo dichiarato del provvedimento è «coprire le molte carenze nei reparti ospedalieri, favorire lo sviluppo della medicina del territorio e combattere gli sprechi, mentre prosegue la battaglia del Movimento per le migliaia di assunzioni necessarie in sanità, bloccate da un disegno politico perverso e distruttivo».

loading...

pubblicità