Per la legge Severino “Scopelliti non sarà più governatore” · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Per la legge Severino “Scopelliti non sarà più governatore”

Giuseppe Scopelliti

Giuseppe Scopelliti

REGGIO CALABRIA – Giuseppe Scopelliti a breve non sarà più il presidente della giunta regionale calabrese. Questo il primo effetto politico della condanna pronunciata ieri sera dal Tribunale di Reggio Calabria che ha inflitto al governatore sei anni di reclusione e interdizione perpetua dai pubblici uffici al termine del processo Fallara che lo ha visto imputato e oggi sanzionato per falso in atto pubblico e abuso d’ufficio. Il governatore è stato anche condannato al pagamento di una provvisionale pari a 120mila euro, a 20mila euro i revisori.Ciò che succederà ora al destino politico dell’ex sindaco di Reggio è stabilito dal testo unico delle disposizioni sull’ incandidabilità, noto come “Legge Severino”. La legge della Severino prevede la sospensione dall’incarico di presidente della giunta regionale, assessore e consigliere – recita il testo della legge all’articolo 8 – “per coloro che hanno riportato una condanna non definitiva per uno dei delitti indicati all’articolo 7, comma 1, lettera a), b)” : nel caso di Scopelliti, si tratta di coloro che hanno riportato una condanna ad una pena non inferiore a due anni di reclusione per un delitto non colposo come è l’abuso d’ufficio

Cosa succederà ora, lo leggiamo all’articolo 8 del testo: “A cura della cancelleria del tribunale o della segreteria del pubblico ministero i provvedimenti giudiziari che comportano la sospensione ai sensi del comma 1 sono comunicati al prefetto del capoluogo della Regione che ne da’ immediata comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri il quale, sentiti il Ministro per gli affari regionali e il Ministro dell’interno, adotta il provvedimento che accerta la sospensione. Tale provvedimento e’ notificato, a cura del prefetto del capoluogo della Regione, al competente consiglio regionale per l’adozione dei conseguenti adempimenti di legge.”

A meno che non ci siano dimissioni immediate da parte di Scopelliti, il suo ruolo fino a nuove elezioni sarà assunto dal vice presidente. La sospensione del governatore – si legge all’art 8 comma 2 – “cessa di diritto di produrre effetti decorsi diciotto mesi”. Considerando che la scadenza naturale della legislatura regionale è a maggio prossimo, in questa prima ipotesi non ci sarebbe possibilità per Scopelliti di ritornare a essere governatore. Ma c’è una seconda ipotesi, che potrebbe verificarsi qualora venisse celebrato rapidamente il processo di appello: al comma 5 dell’art.8 leggiamo che “la sospensione cessa nel caso in cui nei confronti dell’interessato venga meno l’efficacia della misura coercitiva di cui al comma 1, ovvero venga emessa sentenza, anche se non passata in giudicato, di non luogo a procedere, di proscioglimento o di assoluzione o provvedimento di revoca della misura di prevenzione o sentenza di annullamento ancorche’ con rinvio.”

Salvatore d’Elia

 

Commenta

loading...

pubblicità