Mimmo Talarico (Idv): “Il sequestro del depuratore San Sago a Tortora è una buona notizia per la Calabria e i calabresi” · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Mimmo Talarico (Idv): “Il sequestro del depuratore San Sago a Tortora è una buona notizia per la Calabria e i calabresi”

REGGIO CALABRIA  – ”Il sequestro del depuratore San Sago a Tortora, avvenuto recentemente, e’ senz’altro una buona notizia per la Calabria e i calabresi. Grazie al lungo e paziente lavoro inquirente delle procure di Paola e Lagonegro e a quello investigativo delle forze dell’ordine, sono stati portati alla luce una serie di gravi reati che hanno rischiato – e rischiano – di provocare danni ambientali all’ecosistema marino e alla macchia mediterranea dell’alto Tirreno cosentino” . Lo afferma Mimmo Talarico (Idv), consigliere regionale della Calabria.

”L’azione preventiva delle procure – dice Talarico – fa ben sperare che la questione della depurazione delle acque sulle coste tirreniche proceda nella direzione del contrasto dei reati ambientali, al fine di tutelare la salute pubblica e preservare le bellezze naturalistiche del territorio. Questa vicenda sia da esempio a quanti, cittadini e amministratori locali, quotidianamente verificano la presenza di inquinanti nel mare o hanno dubbi sul buon funzionamento degli impianti di depurazione. Grazie anche alle denunce degli amministratori di Tortora, in particolare del sindaco Lamboglia, e dei sindaci del ”Comitato per la salvaguardia del Noce”, ai quali va il mio plauso, e’ stato possibile smascherare gli illeciti che – secondo la procura – sarebbero stati commessi nell’impianto di San Sago. Mi unisco, pertanto, alla richiesta del consiglio comunale di Tortora di procedere celermente alla revoca delle autorizzazioni riguardanti l’impianto, posto che la procura della Repubblica avrebbe verificato che i gravi reati contestati sarebbero stati reiterati nel tempo”.

Commenta

loading...

pubblicità