Al MACA dal 29 aprile mostra Pittura di grande valore “Una storia della memoria” di Giovan Battista Rotella · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Al MACA dal 29 aprile mostra Pittura di grande valore “Una storia della memoria” di Giovan Battista Rotella

Print Friendly

ACRI (COSENZA) – A partire da sabato 29 aprile 2017, il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) presenta la mostra Pittura di grande valore “una storia della memoria”, personale del pittore e grafico Giovan Battista Rotella (Gimigliano, 1947). La mostra rinnova il fortunato connubio tra il museo alle pendici della Sila Greca e BCC Mediocrati, istituto bancario rendese che, attraverso il Progetto Bancartis, giunto alla sua decima edizione, arricchisce, con scadenza annuale, la propria collezione di opere d’arte, con una particolare attenzione dedicata agli artisti di origine calabrese.

Giovan Battista Rotella segue nelle orme di maestri del calibro di Francesco Guerrieri, Luigi Le Voci – tra i protagonisti delle edizioni precedenti di Bancartis – e presenta, negli spazi del Piano Nobile del settecentesco Palazzo Sanseverino-Falcone, sede del MACA, una collezione di oltre quaranta opere che testimoniano degli ultimi dieci anni di ricerca pittorica e concettuale dell’artista e della sua estrema perizia tecnica, con particolare attenzione ai dipinti più recenti. Il critico e storico dell’arte Paolo Levi scrive dell’artista: «il lavoro pittorico di Rotella appartiene alla storia dell’arte del nostro tempo, appartenendo da una parte all’avanguardia concettuale, e dall’altra alla tradizione».

Le opere che compongono la mostra presentata al MACA tramutano la tela in uno spazio enciclopedico che afferma l’amore dell’artista per la storia dell’arte e i suoi protagonisti, i cui capolavori, riproposti con perfezione iperrealista, si trasformano in francobolli strappati e accartocciati, mescolati a frammenti di lettere, in un esercizio di recupero della memoria, al contempo individuale e collettiva.

«Giovan Battista Rotella – scrive Boris Brollo, curatore della mostra – si è assunto di esser certificatore della memoria letterario-visiva, imponendo a tutti noi una storia meno eclatante, meno monumentale ma più intima e cioè il raccontare per francobolli, per lacerti di buste postali, il fluire dell’esistenza umana compresa fra cultura alta e cultura bassa. Egli si assume con la pittura il raccontare della vita e ne fa la sua storia. Non solo egli ricostruisce per noi una memoria visiva che raccoglie tutta la storia dell’arte citando Renoir, Warhol, Botero, Mirò, Picasso, Modigliani, Puccini, Manzoni, ma pure Tex Willer e Diabolik che sono la cultura “bassa”, quella più popolare, riscattandola così agli occhi stessi della storia, donandole vestigia artistiche inusuali, cioè portandola ad un vissuto culturale inaspettato per un fumetto che si fa pittura di grande valore».

L’allestimento della mostra è stato realizzato in collaborazione con gli studenti della 3^ e 4^ dell’ ITCGT -Liceo “GB. Falcone” – indirizzo Turismo di Acri (Progetto Alternanza Scuola/Lavoro).

Contemporaneamente all’inaugurazione, l’intera giornata del 29 aprile, sarà dedicata all’Annullo Filatelico. Realizzata dall’artista, l’opera “ Decennale “ è un francobollo, come quelli magnifici e più veri del vero che campeggiano sulle sue tele.

2006 – 2016 Portare l’arte in Calabria, promuovere l’arte della Calabria.
GIOVAN BATTISTA ROTELLA

Pittura di grande valore “una storia della memoria”

Luogo: MACA (Museo Arte Contemporanea Acri)

Palazzo Sanseverino-Falcone – Piazza Falcone, 1, 87041, Acri (Cs)

Curatore: Boris Brollo

Date: dal 29 aprile al 4 giugno 2017

Vernissage: sabato 29 aprile, ore 18:00

Orari: dal martedì al sabato, 9-13 e 15-19 / la domenica, 10-13 e 16-19

Info: Ufficio stampa MACA – tel. 0119422568; [email protected]; www.museomaca.it

loading...

pubblicità