A Cosenza presentazione del libro di Claudio Martelli “Ricordati di vivere” · Calabria Page LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

A Cosenza presentazione del libro di Claudio Martelli “Ricordati di vivere”

COSENZA – Lunedì 16 dicembre, ore 18.00, nella Sala Nova del Palazzo della Provincia di Cosenza, Claudio Martelli presenta il suo ultimo libro “Ricordati di vivere” (Bompiani, 2013).

Con l’autore ripercorreranno le tappe del libro che è un po’ confessione esistenziale e un po’ autobiografia politica, Ermanna Carci Greco, Anna Falcone, Enzo Paolini, Franco Piperno.

Uomo di punta del Partito Socialista italiano, Claudio Martelli è stato vicesegretario di partito, deputato, ministro e vicepresidente del Consiglio.

Il libro – quasi 600 scorrevolissime pagine – è un personalissimo compendio di storia italiana dove Martelli mescola sapientemente tratti della sua vita privata, le passioni e le amicizie, con il racconto di un pezzo della storia del nostro Paese: dalla stagione della contestazione alle alleanze con la Dc; dal governo Craxi all’eterna dialettica con il Pci; dalla fine del comunismo sovietico a Mani Pulite, passando attraverso l’impegno alla lotta alla mafia da ministro della Giustizia insieme con il giudice Giovanni Falcone.

Martelli ha sempre rappresentato l’ala modernista e riformatrice più avanzata del Psi, talvolta anche divergendo dall’amico, guida e compagno Bettino Craxi di cui ci regala un ritratto inedito e molto personale. Avvincenti, per chi ama i bizantinismi della politica, le tattiche e le strategie adottate dal Partito Socialista nei confronti della Democrazia cristiana e del Partito comunista, imbalsamato da pregiudizi ideologici già allora insostenibili.

C’è spazio anche per il Martelli privato: le goliardate e gli amori giovanili, il matrimonio, la separazione, la paternità. E poi il racconto di un percorso politico-intellettuale segnato da grandi battaglie, momenti critici e fasi esaltanti.

“Ricordati di vivere” non è un’operazione nostalgia né un tentativo di riabilitare la cosiddetta Prima Repubblica. Semplicemente con questo libro Claudio Martelli ricorda i suoi meriti, riconosce i suoi errori e non rinnega nessuna delle sue idee.

Commenta

loading...

pubblicità