Estorsione ai propri dipendenti. Arresti domiciliari per un imprenditore del reggino · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Estorsione ai propri dipendenti. Arresti domiciliari per un imprenditore del reggino

MELITO PORTO SALVO (REGGIO CALABRIA) – Il Comando Provinciale di Reggio Calabria ha eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria – dott. Antonino Lagana’ su richiesta della locale Procura della Repubblica diretta dal Dott. Cafiero De Raho, nei confronti di un imprenditore, indagato dalle “fiamme gialle” per il reato di estorsione continuata in danno di propri lavoratori dipendenti.

L’indagato, è stato posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione con divieto di comunicare in qualsiasi modo con persone diverse da quelle che con lui coabitano o l’assistono.

L’operazione è scaturita da una pregressa attività di controllo in materia di tutela del bilancio comunitario svolta dai finanzieri della Compagnia di Melito Porto Salvo con riguardo ad un avviso pubblico di concessione alle imprese di incentivi per l’avviamento al lavoro di soggetti svantaggiati rientrante nel POR Calabria 2000/2006, conclusasi con la segnalazione all’A.G. dell’indagato e di altri soggetti per diverse ipotesi delittuose.

Nell’ambito di tale attività gli uomini delle fiamme gialle – coordinati dal Sost. Proc. Dott. Roberto Di Palma – hanno tra l’altro riscontrato come l’indagato, quale amministratore unico di una società di capitali operante nel settore del commercio al dettaglio di alimentari (supermercati), approfittando dello stato di bisogno di tre dipendenti, abbia costretto questi ultimi, con la minaccia di licenziamento se si fossero rifiutati, a sottoscrivere a titolo di quietanza e ricevuta di pagamento, buste paga indicanti somme di denaro superiori a quelle pagate, procurandosi così un ingiusto profitto.

L’attività posta in essere dalle fiamme gialle di Melito Porto Salvo, rappresenta un’ulteriore testimonianza del costante impegno del Corpo della Guardia di Finanza volto ad arginare il dilagante fenomeno di sfruttamento economico dei lavoratori attuato attraverso condotte di natura estorsiva poste in essere da taluni datori di lavoro privi di qualsiasi scrupolo.

Commenta

loading...

pubblicità