Frenetica attività dei Carabinieri della Compagnia di Crotone nei primi giorni del 2017: droga, furti, stalking, sette persone arrestate · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Frenetica attività dei Carabinieri della Compagnia di Crotone nei primi giorni del 2017: droga, furti, stalking, sette persone arrestate

CROTONE – Nei primi giorni del 2017 i Carabinieri della Compagnia di Crotone hanno tratto in arresto in distinte operazioni ben sette persone per reati di spaccio, furto aggravato e stalking, dando segnali di forte continuità con gli importanti risultati operativi ottenuti per tutto l’anno 2016.

Ad Isola Capo Rizzuto (KR) i militari agli ordini del Tenente Cristian Modena hanno tratto in arresto durante un controllo a delle palazzine popolari in via Londra, svolto unitamente a personale specializzato dell’ ENEL, 3 cittadini rumeni per furto d’energia elettrica: gli stessi avevano effettuato un allaccio abusivo del proprio contatore elettrico, il quale attraverso un bypass acquisiva direttamente energia dalla rete pubblica senza che vi fosse contabilizzazione sulla propria utenza.

Ancora ad Isola i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato Napoli Giuseppe cl’ 90, residente a Sellia Marina: questi, perquisito a bordo della propria autovettura, veniva trovato, nei pressi della frazione Le Castella, in possesso di 10 grammi di eroina e, a seguito di comunicazione al Pubblico Ministero di Turno, dichiarato in arresto. Gli accertamenti dovranno ora acclarare se l’uomo è si è recato da Sellia a Le Castella per rifornirsi o rifornire altri di sostanza stupefacente.

Sempre ad Isola i militari hanno eseguito d’urgenza una misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di B.G. cl’ 60 nei confronti del quale pochi giorni prima era stata sporta denuncia dalla moglie e dalla figlia per atti persecutori e maltrattamenti; in poche ore dalla denuncia i Carabinieri avevano infatti raccolto prove oggettive di continue e prolungate condotte vessatorie e di maltrattamenti ( financo minacce con armi) nei confronti della moglie, in via di separazione e della figlia minorenne, motivo per il quale veniva presentata presso la Procura della Repubblica una richiesta urgente di misura cautelare per timore che la situazione potesse sfuggire di mano con conseguenze drammatiche. L’Autorità Giudiziaria nelle persone del Sostituto Procuratore Luisiana Di Vittorio e del G.I.P. Michele Ciociola – da sempre particolarmente sensibili alle tematiche – hanno quindi redatto in pochissime ore un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’uomo, recependo appieno le risultanze investigative dei militari della Tenenza.

A Crotone i militari nel Nucleo Radiomobile hanno tratto in arresto Gallo Francesco Cl.89, vecchia conoscenza dei militari pitagorici: lo stesso, arrestato ben due volte dai Carabinieri nell’autunno del 2015 per una sparatoria in via degli Angioini e per spaccio di droga nel centro storico, è attualmente Sorvegliato Speciale di P.S. con obbligo di dimora nella propria abitazione delle ore notturne; proprio a seguito di controlli notturni, per ben due volte il Gallo non è stato trovato a casa, motivo per cui è stato tratto in arresto per violazioni alle prescrizioni della Sorveglianza Speciale.

Sempre nel Capoluogo, i Militari della locale Stazione Comandata dal Maresciallo Capo Vincenzo Gaglio hanno tratto in arresto La Forgia Francesco, cl.82 per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente : lo stesso veniva notato presso una fermata degli autobus in via Mazzini, e sottoposto a perquisizione personale veniva trovato in possesso di 30 grammi di marjiuana, un bilancino di precisione e un coltello. A pochi metri da lui inoltre veniva rinvenuta un’ulteriore busta contenente ben 130 grammi della medesima sostanza, ovviamente posta sotto sequestro.

 

Commenta

loading...

pubblicità