Migranti, è stato sospeso dalla Prefettura di Cosenza l’imminente trasferimento di circa 100 migranti in una struttura di Rossano · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Migranti, è stato sospeso dalla Prefettura di Cosenza l’imminente trasferimento di circa 100 migranti in una struttura di Rossano

Print Friendly, PDF & Email

Prefettura di Cosenza - Piazza XI SettembreROSSANO (COSENZA) – A darne notizia è il Sindaco Stefano Mascaro che nella mattinata odierna (giovedì 1 settembre), dopo aver fatto un sopralluogo ad hoc in contrada Seggio, dove è ubicata la struttura privata in questione resasi disponibile per l’accoglienza migranti, ha immediatamente contattato gli uffici della Prefettura per evidenziare e motivare dei limiti oggettivi a quella che dovrebbe invece essere, così come si sta ribadendo unanimemente da giorni, una maggiore integrazione anziché una loro ghettizzazione attraverso concentramenti in sole determinate aree cittadine.

Non era e non è pensabile di ubicare -ha spiegato il Sindaco, ribadendo che resta comunque alta l’attenzione dell’Amministrazione Comunale sulla vicenda, non affatto conclusasi- un centro di accoglienza migranti in un’area che risulta essere separata, attraverso un solo viottolo di appena un metro di larghezza, da altre zone contigue a destinazione e fruizione turistiche, sia stagionale con presenze extra regionali, sia con diversi investimenti in seconde abitazioni.

Attese la delicatezza e complessità di queste iniziative che non possono non avere notevoli ricadute sociali sui territori ospitanti, riteniamo -ha aggiunto il Primo Cittadino- che lo Stato centrale ed i suoi uffici periferici debbano necessariamente far precedere adeguate verifiche e sopralluoghi direttamente sui luoghi individuati per centri di accoglienza migranti prima di ogni effettiva decisione finale che -chiosa Mascaro- dovrebbe comunque essere in un qualche modo preventivamente condivisa, quanto meno per ciò che concerne criteri e numeri, con le istituzioni e le comunità locali.

loading...

pubblicità