Focus ‘ndrangheta: incessante attività di controllo e vigilanza sul territorio della Locride e della provincia reggina · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Focus ‘ndrangheta: incessante attività di controllo e vigilanza sul territorio della Locride e della provincia reggina

Print Friendly, PDF & Email

prefettura_reggio_calabriaREGGIO CALABRIA – Coordinati dal Prefetto Claudio Sammartino proseguono gli interventi interforze di vigilanza e controllo sul territorio provinciale, in particolare nell’area della Locride, pianificati nel corso di riunioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e, per ultimo, nella seduta del 16 gennaio.

Nell’ambito dell’attuazione della nota direttiva“Focus ‘ndrangheta”, sono stati ulteriormente implementati mirati servizi di prevenzione e controllo del territorio a copertura dei quadranti della provincia e soprattutto dei vari centri della Locride nonché attività di contrasto alle varie forme di criminalità e di illegalità.

In relazione alla situazione del comprensorio della Locride sono state effettuate mirate attività improntate alla massima visibilità, con un impiego massiccio di uomini e mezzi, con il supporto anche di unità cinofile. In particolare dal 1° gennaio 2016 ad oggi nello stesso territorio della Locride, nell’ambito di Focus, sono state 63 le persone denunciate, 8 arrestate e 7844 quelle controllate; mentre i veicoli controllati sono stati 5136.

Nell’anno 2015 nell’area della Locride sono stati pianificati ed effettuati dalle Forze di Polizia 2251 servizi straordinari, con 32727 persone controllate, anche con l’ausilio di Reparti Speciali. Nella provincia reggina nello stesso periodo sono state 254.820 le persone controllate, 1.514 quelle deferite all’A.G. e 158.854 i veicoli controllati.
Pertanto, continueranno servizi di prevenzione e controllo sulla Locride e in altre zone della provincia con modalità interforze.

Peraltro il Prefetto di Reggio Calabria, tenuto conto del quadro complessivo dell’andamento della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica sul territorio regionale e con riferimento ai recenti episodi verificatisi in ambito regionale in danno di amministratori pubblici, riunirà a breve la Conferenza Regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza.

A tale Organismo, coordinato dallo stesso Prefetto di Reggio Calabria, parteciperanno i Prefetti delle altre province calabresi, i Presidenti delle Corti d’Appello e i Procuratori Generali delle Corti d’Appello di Catanzaro e di Reggio Calabria, i Procuratori della Repubblica, titolari della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro e Reggio Calabria, il Comandante della Direzione Marittima della Calabria e della Basilicata Tirrenica, i Questori delle province calabresi, i Comandanti regionali e provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, il Direttore Centro DIA di Reggio Calabria.

loading...

pubblicità