Operazione “Profondo Rosa”: usura aggravata ed estorsione, arrestate 5 persone, 4 sono donne · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Operazione “Profondo Rosa”: usura aggravata ed estorsione, arrestate 5 persone, 4 sono donne

Print Friendly, PDF & Email

soldi2COSENZA – I Carabinieri di questo Comando Provinciale, nella mattinata odierna, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Cosenza nei confronti di 5 persone, di cui quattro donne, ritenute responsabili, a vario titolo, di “usura aggravata” ed “estorsione”.Le indagini hanno permesso di ricostruire alcuni episodi usurari nei confronti di un imprenditore cosentino, costretto a pagare, sin dall’ottobre 2009, tassi di interesse usurai. Il prestito iniziale era di 35mila euro ma con gli elevati tassi era arrivato a pagare già 154mila euro.

Le difficoltà economiche della parte offesa, nel tempo, si sono ulteriormente acuite tanto da non consentirgli di far fronte agli impegni finanziari assunti.

L’uomo ha anche subìto reiterate minacce, anche con l’uso di armi, rese più pregnanti dal fatto che due delle donne destinatarie del provvedimento restrittivo non sono estranee ad ambienti della criminalità organizzata cosentina.

Le donne arrestate sono: Fausta Malgaritta, 51 anni, Maria Pia Montalto 62 anni ed Emanuela Pirola 27 anni (questa, figlia della Montalto, ai domiciliari). Obbligo di firma, invece, per du coniugi C.G. 39 anni e V.F. 38 anni.

loading...

pubblicità