Operazione “Venerdì nero”, sequestrati immobili e imprese per 4 mln di euro · Calabria Page LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Operazione “Venerdì nero”, sequestrati immobili e imprese per 4 mln di euro

gdfI Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Reggio Calabria hanno proceduto a ll’esecuzione del decreto emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Reggio Calabria, su conforme proposta della Direzione Distrettuale Antimafia della locale Procura, avente ad oggetto il sequestro preventivo dei beni riconducibili a:CACCIOLA Gregorio, nato a Rosarno (RC) il 28/09/1951, ed ivi residente;

GARRUZZO Michelangelo, nato a Rosarno (RC) il 30/06/1960 e domiciliato a Motta di Livenza (TV) , entrambi tratti in arresto in data 18 ottobre 2013 dai Carabinieri di Padova e di Reggio Calabria, accusati di es torsione, perpetrata con modalità mafiose, nei confronti di un imprenditore operante nella provincia di Padova.

A seguito della menzionata attività di PG, su delega della DDA di Reggio Calabria, lo SCICO della Guardia di Finanza di Roma e i dipendenti e G.I.C.O. e Gruppo Tutela Finanza Pubblica hanno svolto indagini economico patrimoniali nei confronti dei due indagati e dei componenti i rispettivi nuclei familiari, nonché di terze persone ritenute possibili “intestatari fittizi” di beni, comunque ricon ducibili, ai predetti CACCIOLA Gregorio cl.’51 e GARRUZZO Michelangelo cl.’60.

Gli accertamenti in esame hanno consentito di individua re imprese, beni mobili e immobili facenti capo ai medesimi , di valore sproporzionato rispetto alle attività economiche e ai redditi da essi dichiarati, ed in particolare:

la “Rabbit Services Snc di Consiglio Anna Maria & C.”, con sede legale a Rosarno, ma operante a Motta di Livenza, in provincia di Treviso, operante nel settore alberghiero e della ristorazione;

la ditta i ndividuale ” Azienda agricola Garruzzo Michelangelo” con sede in Rosarno;

un fabbricato ubicato a Reggio C ala bria;

nr. 2 autovetture;

la C & C Corpora tion di Cacciola D. e R. Snc”, con sede a Rosarno, esercente l’attività di commercio al dettaglio di carbu rante per autotrazione.

I suddetti beni, del valore di oltre 4 milioni di Euro circa , tutti nella disponibilità del GARRUZZO , tranne l’ultima società, riconducibile al CACCIOLA , sono stati sottoposti a sequestro ai sensi dell’art. 321 c.p.p. e dell’art. 1 2 sexies legge nr. 356 del 7/08/1992, in quanto di valore sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati dai rispettivi nuclei familiari.

L’operazione di servizio è frutto dell’impegno costante che la Procura della Repubblica di Reggio Calabria e la Guard ia di F inanza profondono nell’azione di aggressione ai patrimoni illecitamente accumulati, attraverso la consumazione di reati commessi con modalità mafiose.

Commenta

loading...

pubblicità