Presidio permanente all’Annunziata di Cosenza: medici ed operatori sensibilizzano i cittadini · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Presidio permanente all’Annunziata di Cosenza: medici ed operatori sensibilizzano i cittadini

Per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione di grave carenza d’organico che si vive all’interno del nosocomio e che rischia di mettere in pregiudizio la garanzia delle prestazioni all’utenza da stamane è stato istituito un presidio permanente di medici e operatori sanitari davanti all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza.

Secondo quanto reso noto dagli organizzatori della mobilitazione, che hanno anche allestito un gazebo informativo, la carenza di personale medico e paramedico all’interno della struttura ospedaliera cosentina è pari al 40%. L’iniziativa, promossa con la partecipazione dei sindacati di categoria, è stata attuata per far fronte allo “scaricabarile della responsabilità. È vero che il Piano di rientro impone, limita e costringe, ma quanto sta avvenendo nell’ospedale dell’Annunziata è intollerabile” sottolineano gli organizzatori. Anche il deputato di Forza Italia, Jole Santelli, coordinatore regionale del partito è intervenuto sulla questione: “Il nosocomio cosentino è un’eccellenza che rischia di trasformarsi in un insieme di occasioni mancate con grave nocumento per gli utenti. Il depauperamento in atto, frutto anche e, forse soprattutto, di scelte sbagliate del passato, è triste e pericoloso, il grido d’allarme lanciato dal personale medico non può non essere condiviso.

È un momento assai difficile per la sanità cosentina, già gravata dalla necessità di tagli e rimodulazione. In qualità di parlamentare avverto l’esigenza di intervenire, favorendo un incontro ai massimi livelli istituzionali affinché si affronti il problema con l’attenzione che la delicatezza del caso richiede; la situazione è gravissima e richiede un intervento urgente”. Ci auguriamo che anche i cittadini sensibilizzati dagli operatori sanitari scendano al loro fianco per reclamare ciò che spetta a tutti di diritto: una sanità efficiente. 

L.L.V.

Commenta

loading...

pubblicità