Sentenza shock a Catanzaro: tra un 60enne e una 11enne può essere “amore puro” · Calabria Page LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Sentenza shock a Catanzaro: tra un 60enne e una 11enne può essere “amore puro”

Pedofilia? No secondo la Corte di Cassazione, che, tra le righe di una sentenza che resterà nella storia, individua un’attenuante nell’accondiscendenza della vittima a consumare rapporti sessuali con l’imputato.

Questa la vicenda, riportata dal Quotidiano della Calabria, di un uomo di 60 anni e una bambina di 11. Lui impiegato presso i Servizi sociali del Comune di Catanzaro, lei bimba di famiglia disagiata. La mamma l’aveva affidata alle sue cure, lui l’aveva presa tra le sue braccia. Ma quando i poliziotti avevano fatto irruzione nella sua casa, li avevano trovati nudi a letto. Così, è stata annullata con rinvio la sentenza di condanna a 5 anni di reclusione per ben due volte inflitti a Pietro Lamberti. Gli atti sono stati inviati alla Corte di appello di Catanzaro e sarà ordinato un nuovo processo.
Secondo quanto riporta il quotidiano diretto da Matteo Cosenza, entrambi erano stati trovati nudi in casa dai poliziotti nella villetta in riva al mare di lui “entrambi nudi. Ma anche innamorati, scrivono oggi i giudici della Corte di Cassazione, che, tra le righe di una sentenza che non mancherà di far discutere, individuano un’attenuante nell’accondiscendenza della vittima a consumare rapporti sessuali con l’imputato.”

Commenta

loading...

pubblicità