Avviato l’anno giudiziario della Camera arbitrale della sussidiarietà territoriale di Cittanova · Calabria Page LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Avviato l’anno giudiziario della Camera arbitrale della sussidiarietà territoriale di Cittanova

CITTANOVA (REGGIO CALABRIA) – Con l’udienza tenutasi il 22 gennaio 2018 è stato avviato l’anno giudiziario della Camera arbitrale della sussidiarietà territoriale di Cittanova.

L’Arbitrato è una nuova realtà di risoluzione delle controversie stragiudiziali che operano parallelamente alla giurisdizione ordinaria e seguono l’orientamento giurisprudenziale del Ministero di Grazia e Giustizia.
È assolutamente vantaggioso affidare la risoluzione delle controversie a degli arbitri oppure ad un collegio arbitrale che potranno decidere la controversia in tempi prestabiliti con l’emissione di un Lodo (equivalente a tutti gli effetti di legge ad una Sentenza del Tribunale Ordinario) entro 180 giorni, con costi prefissati, contenuti, il più delle volte inferiori a quelli di un giudizio ordinario, dove le parti spesso attendono svariati anni prima di avere una decisione definitiva da parte del giudice, affrontando spese a volte molto elevate, vedendo vanificata la possibilità di far valere i propri diritti.
Non a caso nella suddetta udienza, avente come oggetto un’usucapione, si è data prova dell’efficacia di tale strumento con l’emissione del Lodo, nella medesima giornata, da parte del giudice arbitro Dott. Stefano Tabarrini.
Hanno presenziato all’udienza presso la sala consiliare del Comune di Cittanova, la Segretaria di Sezione Dott. Petullà Annunziata, il Segretario Generale Dott. Maria Concetta Valotta ed il Presidente del consiglio direttivo Cav. Prof. Giuseppe Anelli.
Nell’occasione anche l’amministrazione comunale rappresentata dal Sindaco Francesco Cosentino ha voluto presenziare per ribadire lo spirito di collaborazione che ha indotto il comune ed il CAST a promuovere l’attivazione di questo presidio di legalità.
Ciò premesso la Camera Arbitrale della Sussidiarietà Territoriale CAST, parte dalla Calabria ove è maggiore l’esigenza di Legalità, e si ramifica quale diretta espressione della Sovranità Popolare in tutti gli Enti Locali interessati, salvaguardando la Dignità Umana ed uno Stato basato sul Diritto, dove l’avere certezza di Legalità è strettamente connesso al sentirsi espressione della Sovranità Popolare, e di uno Stato di diritto, che offre maggior garanzia a tutti i cittadini, in special modo a quanti vogliano.
Tutto ciò concorre ad alimentare la fiducia dei cittadini nelle istituzioni democratiche, assicurando loro provvedimenti giudiziali rapidi che possano tempestivamente risolvere controversie tra cittadino e cittadino, o tra cittadini e amministrazioni pubbliche e private, cosa che giova alla soluzione di molti aspetti economici, spesso insoluti per mancanza di una sentenza decisionale tra le parti contendenti.

Commenta

loading...

pubblicità