Legalità e disagio sociale, Daniele Rossi incontra il prefetto Latella e l’arcivescovo Bertolone · Calabria Page LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Legalità e disagio sociale, Daniele Rossi incontra il prefetto Latella e l’arcivescovo Bertolone

Giornata di incontri istituzionali per il Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro Daniele Rossi che, nella mattinata di venerdì, si è confrontato con il presidente dei Dottori Agronomi della Provincia di Catanzaro, Antonio Celi, e con il suo vice Alessandro Tallarico circa le potenzialità di collaborazione tra l’Ente camerale e l’ordine professionale. 

A seguire, Rossi è stato ricevuto dal Prefetto di Catanzaro Luisa Latella per un incontro nel corso del quale sono stati affrontati i temi della situazione economica della provincia e soprattutto della legalità. Proprio su questo argomento, si è registrata la visione comune tra Rossi e il Prefetto circa l’esigenza di lavorare affinché si riesca a far comprendere l’esigenza di un cambio di mentalità tra i cittadini calabresi, i quali con fiducia devono rivolgersi alle autorità e alle Forze dell’Ordine.

Infine, a ricevere la visita del Presidente Rossi è stato l’Arcivescovo Metropolita della diocesi Catanzaro-Squillace, S.E. Mons. Vincenzo Bertolone: «Sono felice di aver incontrato Mons. Bertolone – da detto Rossi – perché ho avuto la possibilità di condividere con lui il punto di vista sui temi del disagio sociale e della povertà. Da imprenditore, prima ancora che da Presidente della Camera di Commercio, sono consapevole di quante e quali difficoltà possano registrarsi nel tessuto economico locale, soprattutto quando si parla di lavoro. Ecco, alla guida di questo Ente, allora, non posso che tenere in considerazione tali difficoltà così diffuse sul territorio provinciale e far sì che tutte le azioni che porterò avanti nel mio mandato siano volte a migliorare le condizioni delle imprese e dei professionisti del territorio. Una crescita dell’intero comparto produttivo ed economico, non c’è dubbio, si tradurrà in un aumento dell’occupazione e quindi del benessere sociale».

Commenta

loading...

pubblicità