Assegnare ai migranti i beni confiscati, Mara Carfagna: “Proposta sbagliata. Si scarica il problema sul Mezzogiorno” · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Assegnare ai migranti i beni confiscati, Mara Carfagna: “Proposta sbagliata. Si scarica il problema sul Mezzogiorno”

“La proposta di assegnare i beni confiscati alle mafie per gli alloggi dei migranti è sbagliata e rischia di scaricare sul Mezzogiorno il grosso del problema dei rifugiati: il 70% degli immobili confiscati alle mafie sono infatti tra Sicilia (6916), Campania (2582) e Calabria (2500). Queste tre Regioni già sopportano una pressione di richiedenti asilo che le ha portate quasi al collasso, non possono reggere questi numeri. Perché i cittadini del Sud dovrebbero sopportare una presenza percentuale più alta, considerato che già scontano la vicinanza territoriale coi luoghi degli sbarchi?”.

Lo afferma Mara Carfagna, portavoce del gruppo di Fi alla Camera. “L’accoglienza – prosegue – è un dovere nei confronti di chi scappa dalla guerra e dalla povertà, ma gli italiani hanno eguale diritto a vedersi garantita la loro sicurezza e di vivere nella pace sociale Questa decisione farebbe venire meno il valore simbolico della confisca, come ha ricordato anche Roberto Maroni e, in secondo luogo, darebbe inizio ad una inaccettabile “guerra tra poveri”: oggi gli immobili sono assegnati ad associazioni che hanno finalità benemerite come combattere le mafie, prendersi cura de bambini vittime di violenza, delle donne, di recuperare le tossicodipendenze”.

Commenta

loading...

pubblicità