Cosenza, l’mministrazione comunale rinnova la propria adesione al “Blue Day”: giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Cosenza, l’mministrazione comunale rinnova la propria adesione al “Blue Day”: giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo

Print Friendly, PDF & Email

COSENZA – “Tra le attività che possono davvero qualificare un’Amministrazione comunale occupano un posto prioritario quelle che prevedono di stare vicino alle famiglie in difficoltà”. Il consigliere comunale Alessandra De Rosa, delegata del Sindaco Occhiuto al welfare, traduce così la rinnovata adesione del Comune alla campagna mondiale “Light it up blue”, lanciata dall’organizzazione “Autism Speaks”, nella giornata che l’ONU dedica alla ‘consapevolezza dell’autismo’, il 2 aprile.

Nel decennale dell’evento, rispondendo anche alla sollecitazione dell’A.N.G.S.A. (Associazione Nazioale Genitori Soggetti Autistici), l’Amministrazione di Palazzo dei Bruzi accende di blu la Confluenza dei Fiumi, luogo simbolo della città.

“Può sembrare una cosa da poco – commenta Paola Giuliani, mamma di un bambino autistico, che guida ‘Le mani nel domani’, associazione che si occupa di diverse disabilità – ma per le famiglie, che ancora contrastano isolamento e discriminazione, è un segnale importantissimo che viene dalla istituzione più prossima al cittadino. E’ una luce che si accende sui nostri bellissimi figli, sulla nostra quotidianità fatta di sacrifici ma anche di sorrisi impagabili, è una luce che si accende sulla città e che induce a fermarsi a riflettere su persone, bambini e adulti, assolutamente speciali”.

In tutto il mondo saranno organizzati per l’occasione convegni, mostre incontri, qualunque tipo di evento che sia testimonianza di solidarietà ma anche atto di sensibilizzazione verso tutte le problematiche, e non sono poche, che coinvolgono quanti vivono sulla propria pelle una sindrome dal forte impatto sociale. Ed il blu è stato scelto in quanto colore del desiderio di conoscenza e di sicurezza, entrambe necessarie a favorire l’integrazione sociale.

“Abbiamo questa straordinaria forza che viene dall’associazionismo – è ancora il commento di Alessandra De Rosa – al quale dobbiamo essere grati perché rappresenta davvero la fonte di energia più sana per mettere in moto le nostre comunità, e suggerire, per conoscenza diretta dei problemi, le priorità dell’agenda politica sul welfare”.

Tra le associazioni vogliamo ricordare anche La Casa dele Fate onlus, dedita ai disturbi autistici, che domenica 2 aprile sarà presente per tutto il pomeriggio in piazza 11 settembre, con uno stand informativo, animazione per bambini e un flash mob.

loading...

pubblicità