Catanzaro, l’alta formazione universitaria al San Giovanni · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Catanzaro, l’alta formazione universitaria al San Giovanni

master_sangiovanniCATANZARO – L’alta formazione universitaria con 35 master e corsi di alto perfezionamento al complesso San Giovanni e l’Accademia di Belle Arti al palazzo ex Educandato. Si concretizza, grazie alla sinergia tra l’amministrazione comunale e l’ateneo Magna Graecia, un altro importante tassello del progetto di Catanzaro città universitaria che prende forma nel cuore del centro storico. A darne notizia, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo de Nobili, è stato il sindaco Sergio Abramo che – affiancato dal rettore Aldo Quattrone e dalla direttrice dell’Accademia di Belle Arti, Anna Russo – ha espresso il proprio entusiasmo per l’importante traguardo che si inserisce nel più ampio disegno mirato al rilancio del centro storico attraverso gli insediamenti universitari.

I rilievi tecnici delle scorse settimane hanno evidenziato l’impossibilità di poter disporre, all’interno del San Giovanni, così come nei locali della Provincia, di aule adeguate rispetto ai requisiti richiesti dall’Università per il nuovo corso di laurea in Psicologia. Senza alcuna esitazione, la volontà condivisa da Comune e Ateneo è stata quella di avviare un percorso ancora più ambizioso di quello prospettato in un primo momento e attivabile nell’immediato. “Al pian terreno del Complesso San Giovanni – ha spiegato Abramo – salvaguardando i vincoli museali e l’integrità dell’Archivio storico, saranno ospitati tutti i 35 master di perfezionamento che porteranno nel centro storico una considerevole presenza di laureati stimata tra le 300 e le 1000 persone per un periodo di sei mesi o un anno. Il sogno è quello di portare la facoltà di Giurisprudenza nel centro storico – accanto al grande polo medico-scientifico del Campus di Germaneto – individuandone la sede nella spaziosa caserma provinciale dei Carabinieri che sarà acquisita e ristrutturata da privati e potrà essere utilizzabile per le attività universitarie”.

Il rettore Quattrone, ringraziando il sindaco per l’impegno profuso, ha aggiunto che già dal mese di novembre partiranno le prime attività dopo il completamento degli arredi e ha così chiarito: “Nessun’altra struttura del centro storico era adeguata dal punto di vista tecnico e normativa per ospitare Psicologia che partirà regolarmente al Campus. Tuttavia ho sempre sostenuto l’idea di avvicinare l’università al centro storico e la soluzione prospettata al San Giovanni è la migliore possibile che consentirà di integrare la formazione con le attività culturali e ricreative”. La direttrice dell’Accademia di Belle Arti, Anna Russo, ha, quindi, espresso la propria soddisfazione nel vedere finalmente concretizzato il sogno di una “casa” nel centro storico: “Dopo tanti anni di storia tribolata –ha commentato – grazie all’impegno dell’amministrazione comunale potremo trasferire le attività nel palazzo ex Educandato liberando l’Accademia dalle spese d’affitto. Entro febbraio si potrà dare il via nel nuovo edificio ai corsi di grafica e godere di importanti spazi espositivi che, grazie all’accesso dall’adiacente villa comunale, avvicineranno ancora di più gli studenti alla città”.

Commenta

loading...

pubblicità