Al dottor Elia Diaco, responsabile SIDV Calabria, il premio “Taormina Gold” 2016 · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Al dottor Elia Diaco, responsabile SIDV Calabria, il premio “Taormina Gold” 2016

imageCATANZARO – Il dottor Elia Diaco è stato insignito del prestigioso premio “Taormina Gold”, riconoscimento che ha lo scopo di inviare un messaggio positivo all’opinione pubblica, accendendo i riflettori sui talenti e sulle professionalità del nostro territorio che sono apprezzati in Italia e all’estero per la loro creatività e il loro spirito innovativo. Il Taormina Gold è organizzato nella famosa località turistica siciliana sotto il patrocinio del Comune e del Consolato della Repubblica dell’Azerbaigian Circoscrizione Sicilia e Calabria.
Diaco, specialista in angiologia e medicina vascolare, nonché responsabile dell’ambulatorio dedicato a queste patologie presso il Sant’Anna Hospital di Catanzaro, è stato premiato “per l’introduzione – si legge nelle motivazioni della giuria – di innovazioni tecniche nella cura delle patologie vascolari”. Il riferimento è in particolare alla Scleromousse, la metodica che consente di curare le varici, comprese quelle di una certa importanza, senza far ricorso alla chirurgia ma iniettando al paziente una mousse, appunto, contenente il farmaco.
La ricerca italiana ha dato un contributo significativo allo sviluppo di questa metodica, grazie agli studi e alle sperimentazioni del professor Lorenzo Tessari. Nel tempo, l’utilizzo della Scleromousse è andato via via diffondendosi ma la sua applicazione nel nostro Paese non è ancora su larga scala, come ad esempio lo è in Francia, tant’è che in Calabria Diaco è il solo a utilizzarla.
“L’aver ottenuto il Taormina Gold mi inorgoglisce molto – ha detto Diaco – perché lo considero un altro tassello dell’ampio mosaico di iniziative che da qualche anno a questa parte abbiamo avviato affinché la Calabria non si limitasse a dare solo ottimi medici specialisti ma riuscisse anche far scuola, diventando uno dei punti di riferimento nel dibattito della comunità medico scientifica che si occupa di patologie vascolari. In questo senso, il premio che ho ricevuto suona anche come buon viatico verso un altro appuntamento molto importante: il convegno internazionale di ottobre prossimo, che come responsabile regionale della Società italiana di diagnostica vascolare, sto organizzando insieme con i colleghi e che sarà dedicato proprio alle novità diagnostico terapeutiche per la patologia vascolare”.

Commenta

loading...

pubblicità