No alla chiusura del Centro trapianti, sì alla vita! A rischio chiusura il Centro regionale Trapianti della Calabria · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

No alla chiusura del Centro trapianti, sì alla vita! A rischio chiusura il Centro regionale Trapianti della Calabria

donazione_organi_trapiantiCOSENZA – Il Centro, articolato su due poli, Reggio Calabria e Cosenza, si occupa del coordinamento delle unità operative e delle strutture sanitarie assistenziali del territorio regionale che svolgono attività di donazione, prelievo e trapianto di organi, tessuti e cellule.

A lanciare l’allarme Rachele Celebre, presidente dell’ASIT – Associazione Sud Italia Trapiantati e il dottore Renzo Bonofiglio, direttore dell’Unità operativa complessa di Nefrologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza. Il problema è dovuto alla mancanza di donazioni.

Con la paventata chiusura del Centro, i cittadini calabresi saranno costretti a recarsi fuori regione per tutto l’iter del trapianto (dalla preparazione all’intervento). Ciò comporterà un aggravio di spesa per il bilancio sanitario regionale, ma soprattutto enormi disagi ai pazienti che hanno la sola colpa di esser nati in una terra senza speranza.

Tutelare il diritto alla vita è un gesto di civiltà e riteniamo che il volontariato e l’associazionismo calabrese debbano far sentire la loro voce affinché ad essere penalizzate non siano sempre le persone più deboli. Per tale motivo il CSV di Cosenza e tutti gli altri CSV calabresi hanno accolto l’appello dell’ASIT e hanno deciso di sostenerla nell’organizzazione di un evento pubblico che si svolgerà a fine luglio, in contemporanea a Cosenza e Reggio Calabria, a cui saranno invitati a partecipare esperti del settore e vertici della sanità regionale per aprire un confronto e richiamare, allo stesso tempo, l’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni sulla questione.

È importante la presenza e la partecipazione attiva a questa giornata di mobilitazione della cittadinanza calabrese per ribadire che tutti hanno diritto alle cure e alla salute. Associazioni, comitati, cittadini, pazienti, famiglie, trapiantati e in attesa di trapianto, comunità locali, tutti insieme per dire no alla chiusura del Centro trapianti e sì alla vita!

In vista dell’assembla pubblica di fine luglio (appena avremo conferma comunicheremo data e luogo), il CSV Cosenza ha organizzato un incontro preliminare con le associazioni interessate alla tematica che si terrà giovedì 14 luglio, alle ore 17.30, presso l’Hotel Europa, a Rende, a cui siete tutti invitati a partecipare.

Vi aspettiamo numerosi!

Commenta

loading...

pubblicità