La LIPU festeggia i suoi primi 30 anni con un convegno, a Rende Consegnati 15 riconoscimenti a soci e volontari · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

La LIPU festeggia i suoi primi 30 anni con un convegno, a Rende Consegnati 15 riconoscimenti a soci e volontari

Print Friendly, PDF & Email

01RENDE (CS) – LA LIPU – Lega Italiana Protezione Uccelli di Rende ha festeggiato trent’anni di attività con il convegno “Trent’anni di volontariato ambientale a Rende” che si è svolto lo scorso 28 maggio al Museo del Presente e che ha visto la partecipazione di circa 100 persone tra soci, simpatizzanti, rappresentati istituzionali e referenti nazionali dell’associazione.

Dopo i saluti dell’assessore all’ambiente del comune di Rende, Francesco D’Ippolito e del Pro-Rettore Luigi Filice, è intervenuto Roberto Santopaolo, responsabile e cofondatore della sezione LIPU di Rende che ha ripercorso le tappe significative della sezione, dal 1986 ad oggi, partendo dalle prime escursioni, dai campi antibracconaggio, dalle petizioni in piazza e dalle campagne di tutela ambientale per arrivare ai corsi di birdwatching, al progetto di tutela delle rondini e al progetto Cicogna bianca. Santopaolo ha sottolineato come la sezione in questi anni, grazie ai suoi soci e ai suoi volontari, ha avuto una presenza continua e costante sul territorio portando nella comunità locale una ventata di novità e contribuendo ad un cambiamento culturale e mentale e ad un nuovo modo di vivere la natura. Tutte le attività e le iniziative della sezione sono state portate avanti dai volontari, cuore dell’associazione.

“La LIPU fa volontariato dal 1965, anno in cui è nata – ha spiegato Massimo Soldarini, responsabile nazionale volontariato LIPU – contiamo complessivamente 700 volontari sempre attivi, 30mila soci, 100 delegazioni in tutta Italia e 80mila ore di volontariato ogni anno”.

Giusi Ielitro, vicedirettore del CSV della provincia di Cosenza ha presentato il report provinciale sulle organizzazioni di volontariato e ha evidenziato che, nonostante la minore presenza di associazioni ambientaliste sul territorio (il 7% del totale), le stesse sono quelle che hanno il maggior numero di volontari (829 nell’intera provincia).03

Interessante e particolare l’intervento di John Trumper, professore ordinario di Glottologia all’Università della Calabria e socio LIPU, che ha deliziato la platea spiegando l’etimologia dei nomi di alcune specie di uccelli, facendo incursioni anche nel dialetto calabrese.

A complimentarsi per il lavoro della sezione di Rende, il presidente nazionale della LIPU, Fulvio Mamone Capria che ha raccontato la sua storia di volontario, impegnato principalmente nelle campagne antibracconaggio e la storia della LIPU che, in 51 anni, ha contribuito in modo importante alla tutela degli uccelli e degli ambienti naturali in Italia.

Quattro volontari e soci LIPU, Frank Turco, Giuseppe Intrieri, Salvatore Golia e Giorgio Berardi, hanno raccontano la loro esperienza nell’associazione, mentre Santopaolo, insieme al presidente Mamone Capria, ha consegnato 15 attestati di merito ai soci presenti nell’associazione da oltre venti e trent’anni e a coloro che hanno partecipato alla crescita della sezione LIPU.

A coronamento della manifestazione, avvenuta in un clima di grande condivisione e partecipazione, il presidente Mamone Capria, a nome di tutta la LIPU nazionale, ha consegnato alla Delegazione di Rende una targa di merito  per le innumerevoli iniziative di conservazione della natura, sensibilizzazione e coinvolgimento attivo della cittadinanza e degli studenti svolte in tutti questi anni. Ed infine l’Upupa tridimensionale in legno, logo e simbolo della LIPU, realizzata a mano dal maestro Costante Cavallaro e donata personalmente dal presidente LIPU per la forte azione di volontariato svolta dalla Delegazione di Rende nei suoi 30 anni di attività.

06 “Un grazie particolare la sezione vuole rivolgerlo ai tanti soci, volontari  e attivisti che con il loro instancabile impegno hanno fatto sì che la LIPU esistesse a Rende – ha affermato Santopaolo – contribuendo a creare e diffondere una mentalità nuova, una propensione  a guardare il mondo che ci circonda con gli occhi della Natura e a  difendere questo nostro bellissimo e martoriato territorio”.

 

Sezione Prov. LIPU Rende (Cs)

 

loading...

pubblicità