Nasce il coordinamento No Triv dei Due Mari – Catanzaro, Lamezia e provincia · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Nasce il coordinamento No Triv dei Due Mari – Catanzaro, Lamezia e provincia

imageLAMEZIA TERME (CATANZARO) – Si è formato anche a Lamezia Terme e nelle provincia di Catanzaro il comitato locale No Triv. Il comitato, l’unico della Calabria facente parte del coordinamento nazionale insieme all’associazione RASPA dell’alto Ionio cosentino, nasce per opporsi al disegno del governo nazionale che, invece di preservare le bellezze naturalistiche della nostra terra e obbedendo agli ordini delle multinazionali del petrolio, ha rilasciato i permessi per la ricerca petrolifera sulle coste italiane, in particolare nel mar Ionio, in quello Adriatico e nel canale di Sicilia.


La reazione popolare, ma anche quella delle regioni interessate, ha però frenato l’azione del governo. In particolare i movimenti e le regioni, con la richiesta referendaria per abrogare questo scempio ambientale, sono riusciti intanto ad ottenere che 3 dei 6 quesiti referendari proposti, siano stati accolti nella legge di stabilità. Resta però ancora molto in ballo, sia in vista del prossimo referendum che a giorni dovrebbe essere confermato dalla corte costituzionale, sia per scongiurare che il governo trovi ulteriori scappatoie per riprendere la sistematica distruzione dei beni naturali del meridione d’Italia in particolare, soprattutto in un momento in cui, per la prima volta dopo decenni, il turismo vede un forte incremento. Immaginate anche solo per un attimo al posto dello Stromboli, piuttosto che di un tramonto o di un’alba, di vedere all’orizzonte piattaforme petrolifere, cetacei e tartarughe spiaggiate, o persino, in caso di rottura delle piattaforme, il nostro mare ricoperto di petrolio. Ecco perchè questa è una battaglia che va vinta a tutti i costi, ecco perchè nasce il coordinamento.

Per adesione e informazioni scrivere a [email protected]

Commenta

loading...

pubblicità