Videosorveglianza, 57 nuove telecamere nella città di Catanzaro · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Videosorveglianza, 57 nuove telecamere nella città di Catanzaro

videosorveglianzaCATANZARO – Va avanti a passi da gigante l’installazione di 57 nuove telecamere di sorveglianza ad ottica variabile e in alta definizione sul territorio comunale.

Sono infatti già partiti, e verranno completati entro Natale, gli interventi per l’ampliamento del progetto Tesic, redatto dall’amministrazione comunale in collaborazione con i tecnici della Polizia dello Stato. Il nuovo sistema prevede il montaggio di 52 videocamere nel centro storico e altre 5 nel quartiere Santa Maria.

Nell’arco di un mese, dunque, troverà piena realizzazione il più consistente provvedimento adottato dalla Giunta guidata da Sergio Abramo per aumentare la sicurezza e la tutela della legalità nel capoluogo di regione.

L’ampliamento del progetto Tesic è il punto di partenza del programma di recupero dei sistemi di videosorveglianza già presenti in città e va ad aggiungersi all’installazione e all’attivazione delle telecamere in piazza Matteotti e in piazza Montegrappa e, a breve, anche in galleria Mancuso.

“Rispondiamo con i fatti – ha affermato il sindaco – alle richieste di sicurezza dei cittadini e dei commercianti. Grazie al supporto professionale dei tecnici della Polizia di Stato, al sostegno del questore Giuseppe Racca e del prefetto Luisa Latella, il Comune è riuscito a realizzare in tempi record un progetto complesso e articolato. In poco più di un mese – ha sottolineato Abramo -, l’ampliamento del sistema ha ricevuto l’ok in Prefettura, il conseguente finanziamento comunitario, è stato appaltato e adesso sta per nascere concretamente nelle zone individuate dalla Polizia. Una volta completati i lavori di montaggio delle nuove telecamere ad alta definizione e a ottica variabile, sarà attivo uno strumento essenziale per le Forze dell’Ordine e un utile deterrente contro la criminalità”.

Dopo il consenso del Ministero, l’assenso ricevuto in Prefettura lo scorso 14 ottobre e il successivo varo da parte della Giunta comunale, l’ampliamento del progetto Tesic ha incassato il finanziamento comunitario da 176mila euro circa che ha consentito a Palazzo De Nobili di procedere all’aggiudicazione definitiva dell’appalto, avvenuta il 13 novembre, al consorzio multimediale “Comitel”.

Per quanto riguarda il centro storico, i sopralluoghi effettuati dai tecnici della Polizia di Stato hanno individuato diversi punti strategici nel perimetro compreso fra piazza Matteotti e piazza Roma. Il sistema riserverà un’attenzione particolare alle attività commerciali, agli uffici della Pubblica amministrazione, agli istituti di credito e alle vie di accesso e uscita della parte antica del capoluogo. Le immagini registrate dal sistema confluiranno in un nodo di accentramento installato nei pressi del complesso monumentale del San Giovanni e dà lì verranno smistate alle sedi operative delle Forze dell’Ordine e della Polizia locale. Grazie al progetto Tesic sono attive già da due mesi 8 telecamere nella zona sud della città, fra Santa Maria (dove saranno installate le altre 5 previste con questi  lavori) e Aranceto.

Commenta

loading...

pubblicità