A Catanzaro gli agricoltori protestano in piazza. La Presidente Stasi accetta di incontrarli · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

A Catanzaro gli agricoltori protestano in piazza. La Presidente Stasi accetta di incontrarli

coldirettiE’ in corso l’incontro con la Presidente della Regione, Antonella Stasi, nella sede di palazzo “Alemanni” , con i rappresentanti delle Camere di Commercio calabresi. Con essi anche gli agricoltori.

All’incontro sono presenti anche l’assessore regionale all’agricoltura Michele Trematerra, e l’assessore Mancini. Questo momento di confronto è stato ottenuto grazie alla mediazione della Questura in stretto contatto con la Prefettura di Catanzaro; mediazione che ha contribuito ad allentare la tensione tra i partecipanti al sit-in di questa mattina. Ed infatti oltre mille sono  le persone scese in piazza questa mattina, davanti alla sede dell’assessorato al Bilancio, per protestare contro la Regione. Lo scopo della manifestazione quello di chiedere maggiore attenzione al settore; annunciando una protesta ad oltranza se necessaria e paventando anche il blocco delle vie con trattori, persone ed animali.

La tensione è salita ed è stata comunicata al dirigente delle forze dell’ordine presente, la volontà di ottenere un incontro con gli organi preposti e la presidentessa della Regione, Stasi.

Soddisfatto almeno parzialmente il presidente di Coldiretti Calabria, Pietro Molinaro per l’intermediazione favorevole da parte delle forze dell’ordine nell’ottenimento del richiesto incontro. Molinaro ha sottolineato la ferma volontà da parte della Coldiretti a non accontentarsi di promesse effimere per l’agricoltura e l’agroalimentare calabrese: “Questa è una sfida impegnativa che traccia una traiettoria di futuro per evitare di ridurre allo stremo la nostra agricoltura. Spendere meglio e ridurre le iniquità, è questa la linea indelebile che vogliamo tracciare. Dalla Regione, stanno arrivando altri agricoltori per dare il cambio anche perché fin quando non avremo risposte non toglieremo le tende e le bandiere.”

Intanto gli agricoltori sono scesi  in piazza con trattori e mezzi agricoli, con un’autobotte di “Calabria Latte” ed alcuni cavalli. A testimonianza dell’inefficienza dei servizi veterinari i manifestanti hanno poi esposto foto di mucche, ovini, caprini e suini che non sono stati materialmente portati sul posto a testimonianza del fenomeno della “lingua blu” che sta dando sempre maggiore preoccupazione, agli addetti al settore.

Per il momento, dunque,  è in corso l’incontro con le autorità competenti, nella speranza che la Coldiretti Calabra possa avere risposte concrete e non risposte ammantate dal solito fumo negli occhi.

Luisa Loredana Vercillo

 

Commenta

loading...

pubblicità