L’antropologo Minervino: “Calabria laboratorio politico di tutti i mali italiani” · Calabria Page LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

L’antropologo Minervino: “Calabria laboratorio politico di tutti i mali italiani”

image“Dal Tirreno allo Ionio, la regione è devastata dalla peggiore classe politica dell’Occidente, la Calabria è il laboratorio politico di tutti i mali italiani, parlo con la gente, con gli studenti, con quelli che partono schifati e vedo la speranza morire. Ora siamo all’ultima spiaggia o si abbatte questo sistema dei partiti, oppure è finita. Qui c’è un consociativismo asfissiante che è orizzontale e verticale. Cazzi miei, cazzi tuoi, questa è la regola”. E’ il giudizio dell’antropologo dell’Università della Calabria Francesco Mauro Minervino che su Il Fatto Quotidiano.it commenta così le vicende che nelle ultime ore hanno provocato un terremoto politico in Calabria: la condanna a 6 anni e interdizione perpetua nell’ambito del processo sul Caso Fallara e le annunciate dimissioni, che porterebbero a nuove elezioni nel prossimo autunno.
Nell’articolo, a firma di Enrico Fierro, si delinea anche un’ipotesi del futuro politico del governatore: “si candiderà alle Europee nelle liste del Nuovo centrodestra, partitino del quale possiede il pacchetto azionario di maggioranza, ma prima dovrà sistemare Gianpaolo Chiappetta, il capogruppo in Consiglio regionale, al quale quel posto era stato promesso dal potentissimo ras Tonino Gentile, il “cinghiale ferito”.

Commenta

loading...

pubblicità