Il Codex Porpureus di Rossano sarà esposto al Quirinale · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Il Codex Porpureus di Rossano sarà esposto al Quirinale

codex_porpureusROSSANO (CS) – Il Codex Purpureus Rossanensis in esposizione temporanea nel Palazzo del Quirinale. Dal 29 marzo al 15 luglio 2014, l’evangeliario unico al mondo si trovera’ tra i capolavori della prestigiosa mostra – promossa dalla Presidenza della Repubblica Italiana e dalla Presidenza della Repubblica Ellenica – dal titolo ”Classicita’ ed Europa. Il destino della Grecia e dell’Italia” per celebrare il ruolo svolto dai due Paesi nel trasmettere il messaggio civilizzatore partito da Atene e da Roma nell’anno in cui la Grecia (dal 1* gennaio al 30 giugno) e l’Italia (dal 1* luglio al 31 dicembre) assumono le presidenze di turno del Consiglio dell’Unione Europea. Nella Sala delle Rampe e nelle Sale delle Bandiere del Quirinale saranno esposte venticinque opere provenienti dai musei ellenici e italiani. L’esposizione e’ a cura di Louis Godart, Consigliere per la Conservazione del Patrimonio Artistico del Presidente della Repubblica Italiana. Oggi, cosi’ come nei secoli scorsi, Rossano continua ad essere il ponte ideale tra le culture dell’Europa Occidentale e Orientale, come sottolineano l’Amministratore diocesano dell’Arcidiocesi Rossano-Cariati, Mons. Antonio De Simone, il direttore dell’ufficio Beni culturali ecclesiastici, don Nando Ciliberti, e il direttore del Museo Diocesano di Arte Sacra, don Pino Straface. La Grecia e l’Italia nel 2014 assumono la presidenza dell’Unione Europea. Per sottolineare l’apporto che i due Paesi hanno dato all’Europa e al mondo nel trasmettere il messaggio civilizzatore di Atene e di Roma e il messaggio cristiano, la Presidenza della Repubblica Italiana organizza la mostra.

La Grecia prestera’ una serie di capolavori rappresentativi del proprio passato e l’Italia, da parte sua, si e’ impegnata ad esporre altrettanti capolavori rappresentativi ed emblematici dei rapporti privilegiati che hanno legato il mondo ellenico e bizantino al mondo romano latino. In questo contesto, non poteva non essere considerata la rilevanza artistico-culturale, riportata alla luce grazie al lavoro di riqualificazione, materiale e mediatico, messo in atto dall’Ordinario Militare d’Italia, gia’ Arcivescovo di Rossano-Cariati, Mons. Santo Marciano’, del Codex Purpureus Rossanensis, emblema di una Citta’, Rossano, e di un territorio, la Sibaritide, che per secoli sono stati l’anello di congiunzione tre la Chiesa Apostolica Romana e quella Greco-ortodossa.

Commenta

loading...

pubblicità