Il 20 marzo presentazione del nono corso nazionale d’idoneità per l’esercizio dell’emergenza sanitaria Territoriale · Calabria Page LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Il 20 marzo presentazione del nono corso nazionale d’idoneità per l’esercizio dell’emergenza sanitaria Territoriale

emergenza_territoriale_aspSOVERATO (CZ) – Giovedì 20 marzo alle ore 11:30, nella sala convegni dell’Acquario Comunale di Soverato, si terrà la presentazione del nono corso nazionale d’idoneità per l’esercizio dell’emergenza sanitaria Territoriale. La cerimonia di apertura del corso si svolgerà alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale, On. Francesco Talarico, del Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, Dott. Gerardo Mancuso, del Direttore Amministrativo, Dott. Giuseppe Pugliese e del Direttore Sanitario, Dott. Mario Catalano.Il corso, che ha valenza nazionale, è indispensabile per poter svolgere servizio nell’area emergenza-urgenza e ha visto negli anni crescere il numero degli iscritti che per questa nona edizione vede la partecipazione di 240 medici provenienti da tutta Italia, ben 104 in più rispetto all’anno precedente. Un incremento di partecipanti dovuto soprattutto al lavoro svolto dal dott. Guglielmo Curatola, Responsabile dell’Unità Operativa Emergenza sanitaria territoriale dell’Asp di Catanzaro e del suo staff, costituito da personale esperto nell’ambito dell’emergenza sanitaria, che con grande dedizione, impegno e cura predispone ogni anno la nuova edizione del corso, ma anche grazie al Direttore Generale Mancuso, sempre sensibile alla crescita e alla formazione del personale sanitario, prerogative che, in questa nona edizione del corso, ha consentito l’aumento del numero degli iscritti.

“L’obiettivo primario dell’iniziativa – ha affermato il dg Mancuso – è il raggiungimento di una elevata qualità nelle attività assistenziali e organizzative in occasione di emergenza sanitaria, in ambito territoriale. Attraverso investimenti umani e finanziari e il contributo degli operatori e della loro professionalità, vogliamo riconoscere a questo settore la rilevanza che gli spetta”. Il percorso formativo, che ha sempre come riferimento il paziente, ha riscosso consensi sempre più ampi, non soltanto in ambito regionale ma anche nazionale. L’iniziativa, infatti, considerata dai partecipanti valida e arricchente, dai contenuti determinanti per la crescita professionale, ha suscitato l’interesse anche di molti medici che provengono da altre regioni per frequentare il corso. Il corso, il cui tutor è la dott.ssa Daniela Tropiano, avrà la durata di 300 ore durante le quali i professionisti saranno impegnati in lezioni teoriche, corsi teorico-pratici e tirocinio pratico presso reparti ospedalieri dell’area critica e Postazioni di Emergenza Territoriale.

 

Commenta

loading...

pubblicità