Un migliaio di persone alla fiaccolata a Cassano. La mamma di Cocò: “no vendetta” · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Un migliaio di persone alla fiaccolata a Cassano. La mamma di Cocò: “no vendetta”

Nonostante la pioggia che cadeva a tratti, almeno un migliaio di persone hanno partecipato alla fiaccolata silenziosa che si e’ snodata, ieri sera, per le vie di Cassano Ionio (CS), in ricordo delle tre vittime del terribile fatto di sangue scoperto domenica scorsa, nella quale e’ stato ucciso anche un bimbo di tre anni, nipotino di una delle due vittime, Giuseppe Iannicelli.

La terza vittima era la convivente di quest’ultimo, una donna marocchina di 27 anni. I tre sono stati uccisi e dati alle fiamme. La conclusione della fiaccolata, prevista in piazza, si e’ invece svolta nella cattedrale, a causa del maltempo. Alla fiaccolata – riporta l’Agi – hanno partecipato le autorita’ locali e anche i presidenti delle Province di Cosenza, Mario Oliverio, e Reggio Calabria, Giuseppe Raffa. Con un breve momento di preghiera i fedeli e la tanta gente accorsa si sono stretti attorno ai parenti delle vittime. Alla fine della cerimonia, celebrata dal vescovo, Mons. Nunzio Galantino, e’ stata letta la lettera che la madre del piccolo Nicola, che tutti chiamavano Coco’, ha scritto dal carcere. Antonia Iannicelli ha scritto “dobbiamo sforzarci di rispondere non con la vendetta, ma con l’amore”. “Parole che sovrastano ogni altra che si puo’ dire – ha commentato il vescovo Galantino – e l’invito della madre e’ un invito che deve aiutarci ad avere speranza”. Era presente alla mesta cerimonia anche Domenico Iannicelli, fratello di Giuseppe, il nonno del piccolo Coco’. “Il bambino non lo dovevano toccare – ha detto Domenico – e mio fratello aveva un cuore come una montagna”.

S.d.E.

Commenta

loading...

pubblicità