Armi chimiche a Gioia Tauro. Scopelliti: “rischio guerra civile” · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Armi chimiche a Gioia Tauro. Scopelliti: “rischio guerra civile”

Print Friendly, PDF & Email

“E’ vero che la Calabria può offrire un contributo contro le armi chimiche, ma è anche vero che così facendo si rischia di portare alla guerra civile un territorio”. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, sul trasbordo nel porto di Gioia Tauro delle armi chimiche provenienti dalla Siria. “Credo – ha aggiunto – che il presidente Letta e il ministro Bonino abbiano delle grandi responsabilità su quanto sta accadendo”.

 

Scopelliti ricorda che “prima di qualsiasi assenso avrebbero dovuto avvertire il bisogno di coinvolgere le istituzioni locali, a iniziare dall’ente Regione, fornendo tutte le garanzie necessarie rispetto a una operazione così delicata. Oggi, anche a seguito dell’annuncio del direttore generale dell’OPAC (l’Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche) Ahmet Uzumcu, al presidente Letta non rimane altro che convocare immediatamente una riunione tecnica con esperti internazionali e con i vertici istituzionali per dimostrare, di avere elementi di valutazione concreti contro ogni rischio, al fine di evitare ogni sorta di strumentalizzazione.

Il governo sappia – conclude il Presidente Scopelliti – “che la Calabria non accetterà che questa operazione possa mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini e dell’ambiente”.

loading...

pubblicità