Tre comuni dell’alto tirreno cosentino pronti a staccarsi per unirsi alla Basilicata · CalabriaPage LameziaClick

CalabriaPage Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, Calabria, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Tre comuni dell’alto tirreno cosentino pronti a staccarsi per unirsi alla Basilicata

TORTORA (CS) – I Comuni di Praia a Mare, Tortora e Aieta sono pronti a lasciare la Calabria per passare in Basilicata. Ne è convinto il comitato civico Passaggio a Nord Ovest, costituitosi di recente sul territorio per avviare le procedure previste dalla legge e concretizzare un idea che sull’Alto Tirreno cosentino è in discussione da molti anni. Se ne discuterà sabato 11 gennaio alle 19 in un incontro previsto nella sala consiliare del Comune di Tortora al quale parteciperanno i responsabili del comitato, alcuni amministratori della Provincia di Potenza e le amministrazioni comunali dei tre centri.

 

Al progetto, si legge sul portale blogtortora.it, pare abbiano già manifestato la loro adesione il sindaco di Praia a Mare, Antonio Praticò, e quello di Tortora Pasquale Lamboglia. Nel corso dell’incontro sarà ulteriormente lanciata la petizione che il comitato civico Passaggio a Nord Ovest ha già avviato proprio in questi giorni. Con risultati che gli animatori stessi della raccolta firme definiscono entusiasmanti, soprattutto a Praia e Tortora. L’obbiettivo della petizione è di raggiungere, in ognuno dei tre comuni, la metà più uno degli aventi diritto al voto per costringere i rispettivi Consigli comunali a deliberare una richiesta di referendum, come previsto dall’articolo 132 della Costituzione italiana, per aggregarsi ad altra Regione. Nelle intenzioni dei promotori il passaggio alla Basilicata dei comuni calabresi dell’Alto Tirreno cosentino è giustificato dal depotenziamento sul territorio perpetrato negli ultimi anni in settori come la sanità e la giustizia, con chiusure di ospedali e tribunali. Tra i principali motivi per l’annessione alla Basilicata i vantaggi che ne verrebbero ai cittadini, oltre che nei già citati settori, anche in termini di aiuti alle piccole e medie imprese e alle categorie svantaggiate.

S.d.E.

Commenta

loading...

pubblicità